polizia cellulare

VITERBO – Nei giorni scorsi personale della Polizia di Stato della Squadra Mobile della Questura di Viterbo ha eseguito l’ Ordinanza di Esecuzione Pena emessa dalla Procura Generale presso la Corte di Appello di Roma per i reati di violenza sessuale su due minori, nei confronti di un cittadino italiano di anni 41, abitante in un paese della provincia, il quale deve scontare la condanna di anni 5 mesi 9 e giorni 15 di reclusione.

I fatti risalgono a più di dieci anni fa e riguardarono un uomo, all’epoca trentunenne, che approfittando del fatto che un suo amico gli affidava le proprie figlie di 7 e 12 anni, costringeva le bambine alla visione di filmati a contenuto pornografico per poi abusare di loro sessualmente.

Gli investigatori della Mobile arrestarono l’uomo e denunciarono il padre per maltrattamenti.

Vennero, inoltre, trovati numerosi riscontri di quanto affermato dalla due minori: numerose cassette video a contenuto pornografico rinvenute nell’abitazione dell’uomo e i posti precisi nell’appartamento dove venivano compiuti gli abusi.

Le indagini svolte dalla Mobile e coordinate dalla Procura hanno consentito la condanna dell’uomo in tutti i gradi di giudizio.
Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email