VITERBO – Negli ultimi giorni di ottobre 2020 gli uomini della Squadra Mobile della Questura di Viterbo hanno proceduto all’esecuzione della misura cautelare degli “Arresti domiciliari con applicazione del braccialetto elettronico” nei confronti di un cittadino maghrebino di 37 anni, residente a Viterbo.
Sulla base dell’attività di ricostruzione ed accertamento dei fatti, compiuta dagli investigatori della Polizia di Stato sotto il coordinamento dalla Procura della Repubblica di Viterbo il predetto, pregiudicato, è stato indagato in relazione all’ipotesi di reato di “furto aggravato”, per aver commesso, in cinque episodi tra luglio e settembre 2020, furti su auto in sosta nel centro storico viterbese.

Per tali fatti, presentata richiesta di misura cautelare da parte del P.M. titolare del fascicolo, il G.I.P. ha disposto il provvedimento de quo, poi eseguito dal personale della Squadra Mobile di Viterbo.