Alcuni giorni fa, i Carabinieri della Compagnia di Viterbo, in servizio perlustrativo nel quartiere del Carmine, hanno tratto in arresto un giovane viterbese, colto nella flagranza del delitto di furto aggravato in abitazione. 

Il predetto, dopo aver forzato la porta della soffitta di una privata abitazione, si introduceva all’interno, asportando diversi attrezzi da lavoro.

Nella circostanza la refurtiva è stata restituita al proprietario e l’arrestato è stato trattenuto nella camera di sicurezza di questo Comando.

Successivamente, l’indagato è stato condotto dinanzi al Giudice Monocratico del Tribunale di Viterbo che, con rito direttissimo, ha convalidato l’arresto e disposto l’applicazione della misura cautelare, motivo per il quale è stato tradotto presso il carcere di Civitavecchia.