VITERBO – Nella serata di ieri personale della Polizia di Stato della Squadra Mobile della Questura Viterbo ha eseguito l’ordinanza del Tribunale di Viterbo con la quale è stata disposta la misura cautelare dell’Allontanamento dalla casa familiare con contestuale Divieto di avvicinamento alla parte offesa. Il destinatario del provvedimento è un 63enne che, a partire dal 2019 a tutt’oggi, ha maltrattato ripetutamente la moglie picchiandola ed offendendola, rendendole di fatto intollerabile la prosecuzione della convivenza.

In particolare, durante l’ennesima violenta lite l’uomo ha lanciato alcune sedie all’indirizzo della donna, che ha deciso di chiamare il Numero Unico di Emergenza. Le volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico, prontamente arrivate sul posto, hanno denunciato l’aggressore sequestrandogli anche alcune armi di cui era titolare.

A seguito delle successive indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Viterbo, il Giudice per le Indagini Preliminari di Viterbo ha emesso il provvedimento cautelare, immediatamente eseguito dai poliziotti. L’indagato, raggiunto dal provvedimento cautelare, è stato denunciato in fase di indagine preliminare, fatto salvo il principio della presunzione di innocenza.