Wall Street continua a battere un record dopo l’altro, tuttavia dopo l’ennesimo massimo storico toccato dallo S&P 500 il vero protagonista è il Nasdaq. Grazie alle performance dei titoli big tech il listino delle aziende tecnologiche quotate al NYSE si prepara a superare i 14.800 punti, mettendo a segno una crescita di oltre il 16% nel 2021.

Tra gli investimenti in borsa rimane alto l’interesse anche sui mercati emergenti, con un robusto incremento dei rendimenti soprattutto per quanto riguarda le aziende cinesi. Mentre Pechino prosegue nella lotta contro le imprese tech del Dragone quotate negli USA, con l’esclusione forzata dell’app Didi dall’App Store e il conseguente crollo della quotazione, secondo gli esperti ci sono ottime prospettive per i settori legati alla silver economy, la green economy e l’innovazione tecnologica.

Intanto il petrolio sale ancora mentre l’Opec litiga sulla produzione globale, con posizioni sempre più polarizzate e distanti tra l’Arabia Saudita e gli Emirati Arabi Uniti. L’aumento del prezzo del greggio spinge l’inflazione, con una crescita del 3,8% rilevata a maggio nei paesi Ocse. Tuttavia gli investitori al momento ignorano i pericoli di un incremento eccessivo dei prezzi, concentrandosi sulle prossime mosse della Federal Reserve.

Come iniziare a investire in borsa nel 2021

Con i mercati finanziari in crescita è normale l’aumento dell’interesse da parte degli investitori privati verso il trading finanziario, per cogliere le opportunità presenti nel settore azionario, nel Forex e nel comparto delle materie prime. Come proposto nell’approfondimento su come investire in borsa del sito specializzato finaria.it, oggi è possibile operare online in modo accessibile grazie alle moderne piattaforme di trading, tuttavia bisogna scegliere un broker autorizzato e affidabile per cominciare nel modo giusto.

I broker regolamentati consentono di investire sui mercati attraverso i CFD, strumenti finanziari con i quali aprire posizioni in qualsiasi direzione del prezzo, sfruttando i trend per operare al rialzo e al ribasso su ogni tipo di asset, dalle azioni delle società quotate ai contratti per differenza su materie prime, coppie Forex, indici, criptovalute ed ETF. Per iniziare è importante fare pratica con un conto demo, in questo modo si possono muovere i primi passi negli investimenti in borsa senza correre rischi.

Durante il periodo iniziale è fondamentale apprendere l’analisi finanziaria, per studiare i grafici in modo professionale ed essere in grado di creare una strategia d’investimento personalizzata. Inoltre bisogna imparare ad usare gli strumenti per la gestione del rischio, per impostare in maniera corretta gli stop loss nelle posizioni aperte. Allo stesso tempo è essenziale gestire gli aspetti psicologici, evitando che in condizioni di stress le emozioni possano spingere a prendere decisioni errate.

Ovviamente è importante investire nella formazione di qualità e studiare le migliori tecniche finanziarie, dal money management all’analisi tecnica e fondamentale. Per operare online in borsa in modo sostenibile gli esperti consigliano di investire in maniera diversificata, attraverso un’asset allocation consapevole del capitale e la scelta delle asset class più adatte ai propri obiettivi d’investimento. In più bisogna scegliere gli strumenti finanziari giusti, imparando ad utilizzare CFD, ETF e azioni per adottare un approccio bilanciato e sostenibile.

Investire in borsa: quali sono le macro tendenze da considerare?

Per investire online in borsa è indispensabile migliorare le proprie competenze e fare esperienza con un conto demo, dopodiché bisogna cominciare ad analizzare il mercato e i vari settori prima di concentrarsi sulla scelta degli asset. In questa fase preliminare è importante riflettere sulle macro tendenze, per cercare di scoprire quali potrebbero essere gli ambiti con le migliori prospettive di crescita e i comparti più a rischio nei prossimi mesi e anni.

Ad esempio, un settore visto in forte espansione è senza dubbio quello della green economy, infatti anche le big oil company vogliono investire nella transizione ecologica. Secondo Wood Mackenzie, come riportato da La Repubblica e dal Financial Times, le principali società attive nel campo dell’Oil&Gas sarebbero pronte a cedere asset per oltre 140 miliardi di dollari, risorse che utilizzerebbero per investire nell’economia verde e nelle energie sostenibili.

D’altronde il trend green è sempre più forte e diffuso, tuttavia i combustibili fossili rimarranno ancora per molti anni indispensabili per l’economia globale. Un altro macro trend è la trasformazione digitale, come confermato dalla corsa dei titoli tech e dalle opportunità di crescita per aziende come Google, Microsoft e Amazon. Lo stesso vale per settori ad alto potenziale come il fintech e il biotech, i servizi per la terza età per i quali è previsto un aumento esponenziale a causa dell’invecchiamento della popolazione mondiale e l’espansione del comparto del lusso.

Studiare i macro trend permette di pianificare strategie d’investimento accurate, per prendere decisioni consapevoli quando si investe online in base all’orizzonte temporale delle operazioni che si vogliono effettuare. Si tratta di un approccio che fa parte del naturale percorso di formazione di un investitore, prestando attenzione al risk management soprattutto nei primi momenti per minimizzare errori e sbagli, cercando di sfruttare le opportunità senza sottovalutare i rischi dell’attività finanziaria.