Anche il rappresentante della locale sezione della Lega Noi con Salvini, nella mattinata di oggi ha avviato la raccolta di firme per sostenere il pacchetto di postulati che la Lega intende presentare in Parlamento per la riforma della legge sulla giustizia. Per la firma basta avere con se la Carta d’Identità, o il passaporto, attualmente unici documenti ufficiali di riconoscimento. Da ricordare che la patente, contrariamente a quanto qualcuno ancora pensa, è stata declassata e non è più un documento di riconoscimento.

Nel giro di un paio dì ore, sono oltre cinquanta le firme raccolte, presso la nuova sede su Piazza Vittorio Emanuele, in pieno centro storico, ove Lega, guidata da A. Bracoloni ed Movimento per il Rinnovamento del Paese di A. Angeli, sotto lo sguardo attento del loro capo fila, candidato sindaco, A. Danti, hanno fatto il loro quartier generale in vista delle prossime elezioni comunali di Ottobre.

Una raccolta non eclatante ma comunque significativa in considerazione sia della giornata festiva, sia del periodo di ferie che si sta vivendo, sia del luogo che non è uno dei più frequentati della città.

Nei prossimi giorni, approfittando anche della festa infrasettimanale della patrona S. Margherita, ad iniziare da domani, per circa due ore giornaliere, nel tardo pomeriggio, ha affermato il Bracoloni, organizzeremo, in parallelo a questa sede, primaria, un gazebo su P.le Roma, per facilitare i cittadini nell’apporre la loro firma.

“Colgo l’occasione – continua il Bracoloni – per comunicare che la riforma della giustizia è una cosa molto seria ed importante, per cui la partecipazione dei cittadini, con la loro firma è necessaria. Da non dimenticare che chi oggi si chiama fuori, domani non ha diritto di lamentarsi se il modo con il quale viene amministrata la giustizia non corrisponde a quello desiderato dai cittadini. E qui intendo lanciare lo slogan: Firmate oggi per non lamentarvi domani”.

Pietro Brigliozzi