VALLERANO – Si sono ritrovati in pochi, per la verità, alla riunione del 16 febbraio di quest’anno, nella sala del vecchio Comune intitolata allo scrittore Libero Bigiaretti, cittadino onorario di Vallerano.

A convocare la riunione è stata la presidente Donatella Ercoli, risoluta e battagliera,la quale, scavalcando i punti all’ordine del giorno ha annunciato che avrebbe parlato della sentenza, trasmessagli di recente dai legali, di un processo penale di molti anni fa, riguardante il contagio dei castagni dall’infestante Cinipide, ultima dopo l’inchiostro e il balanino.

Il giudice si è pronunciato senza vincitori né vinti, lasciando tutti con l’amaro in bocca e il vuoto nel cervello. Naturalmente di questa “Brutta notizia” ha riferito la presidente. Si sono scatenate tra i presenti le ipotesi e le tesi più stravaganti distanti dal diritto, e dei dettami delle leggi, ma comunque attinenti la realtà. Si è convenuto, comunque, di coinvolgere le Amministrazioni Comunali e non solo di Vallerano, ( che si fregia del marchio DOP, pure questo da rivedere) ma anche di Caprarola, Carbognano Canepina, insomma tutto il versante sud del monte Cimino.

Obiettivamente, la perdita delle castagne, ma anche delle nocciole, che rappresenta l’economia trainante dei centri sunnominati, deve essere la priorità delle Amministrazioni e dei Sindaci, in quanto eletti e garanti dei diritti della popolazione. Non può passare sotto silenzio la perdita di lavoro, di milioni di Euro riferiti alle migliaia di quintali di castagne, e tutto l’indotto.

La presidente Ercoli, prima di chiudere la seduta, ha annunciato che per questo importantissimo, prioritario fatto, interesserà la stampa locale e nazionale e tutti i mezzi di comunicazione perché è bene che tutti conoscano il problema e le popolazioni interessate in veste di produttori non debbano subire lo smacco di vedersi pagare le castagne un prezzo irrisorio, miserevole,e poi vedere il proprio lavoro,il proprio frutto venduto come tale, o lavorato, a prezzi esorbitanti nei negozi e dall’industria dolciaria.

Nestore

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email