L’inverno è alle porte ed è importante rivedere e organizzare gli strumenti di riscaldamento dentro casa, in particolare quelli dedicati alla regolazione della temperatura in ambito domestico: il termostato e il cronotermostato.

Il termostato è un dispositivo collegato all’impianto di riscaldamento, attraverso il quale è possibile controllare la temperatura nell’abitazione e regolare l’attività dell’impianto in base al raggiungimento di una temperatura prestabilita.

Il cronotermostato, invece, permette di rilevare la temperatura, regolare il funzionamento dell’impianto di riscaldamento o raffreddamento e gestire la temperatura per fasce orarie e per stagione. I cronotermostati smart, grazie alla loro tecnologia, possono comunicare con l’impianto via radio e gestire il dispositivo direttamente da un’applicazione su smartphone.

Cronotermostato: che cos’è e quali sono i vantaggi

Il cronotermostato è un dispositivo che controlla la temperatura della casa e in tutti gli ambienti presenti al suo interno. Ciò significa, che è in grado di rilevare i gradi in ogni determinata stanza e può interagire con l’impianto di riscaldamento al fine di attivarlo per raggiungere la temperatura definita in precedenza.

Questi dispositivi, come il cronotermostato Tado, permettono di ridurre gli sprechi sulla bolletta ed è considerato uno strumento sostenibile.

Ci sono tre tipologie di cronotermostato: per la caldaia, per climatizzatori e per termosifoni. Il cronotermostato può essere installato alla parete e si utilizza tramite un display dove vengono mostrati tutti i parametri fondamentali come la temperatura attuale, la temperatura da raggiungere e così via.

I parametri possono essere gestiti tramite una piccola tastiera oppure direttamente sul display touch, se il dispositivo è di recente tecnologia. Per regolare i parametri è necessario basarsi sugli istogrammi che riferiscono la temperatura dei diversi luoghi della casa e permettono di distribuirla nel modo corretto.

Il funzionamento di un cronotermostato

Un timer assolve a tutte le funzioni del dispositivo e permette di trasmettere all’apparecchio le informazioni per accendere e spegnere l’impianto di riscaldamento in orari ben definiti e in precise stanze della casa.

I cronotermostati smart, grazie alle numerose funzioni integrato, permette di interagire direttamente con l’impianto di riscaldamento e raffreddamento in base alla curva della temperatura in casa.

Il cronotermostato smart wifi è il dispositivo ideale per le grandi case, dove c’è troppa distanza tra l’impianto e il punto dove si installa il dispositivo. Il cronotermostato digitale, invece, deve essere collegato all’impianto di riscaldamento tramite un collegamento elettronico.

Il cronotermostato può essere installato a parete oppure può essere incassato. La modalità di montaggio può essere scelta a proprio piacimento e non altera le caratteristiche del dispositivo.

I requisiti di un buon cronotermostato

Un buon cronotermostato deve essere preciso nel rilevare la temperatura e nella programmazione della temperatura ideale. I parametri da prendere in considerazione per il modello più adatto alle proprie esigenze sono:

  • Il display: deve agevolare la lettura dei parametri;
  • La programmazione: deve far scegliere tra modelli settimanali o giornalieri;
  • Wifi: deve rilevare la connessione e sfruttare la rete per la gestione della temperatura a distanza.
  • Funzionalità smart: i cronotermostato smart deve poter essere comodamente tranquillamente da un’applicazione.