VITERBO – E’ una componente importante dell’economia locale, con una straordinaria identità imprenditoriale e fonte di lavoro e ricchezza per il territorio; ma come altri settori, subisce le perduranti conseguenze della crisi e, malgrado gli sforzi compiuti, stenta a resistere alle difficoltà e salvaguardare la propria competitività.

 

Occorre, allora, sollecitare la massima attenzione ed un incisivo sostegno alle piccole e medie imprese del Commercio della provincia di Viterbo, affiancandole nei problemi quotidiani, comprendendone le ragioni, sentendosi costantemente al loro servizio.

 

Con questa sensibilità e puntando a questi obiettivi il Consiglio Direttivo della Federlazio ha deciso di mettere a disposizione specifiche energie professionali ed organizzative, delegando l’ingegner Marco Tavani (foto) a dare voce e rappresentanza alle aziende del comparto.

 

Nato quarantanove anni fa a Torino, laureato in Ingegneria Meccanica all’Università La Sapienza di Roma, sposato con un figlio, dirigente operativo da oltre un decennio di Autopremium spa, importante azienda viterbese. Tavani vanta numerosi attestati di qualificazione ed una profonda conoscenza della gestione dei processi aziendali, dell’analisi dei flussi operativi e dell’ottimizzazione delle procedure interne e dei metodi di incremento delle prestazioni e dell’efficienza.

 

“Nel formulare all’ingegner Tavani le felicitazioni per il nuovo incarico – dice Gianni Calisti, Presidente della Federlazio – vogliamo sottolineare, da un lato la nostra crescente attenzione e l’impegno nei confronti del settore Commercio, incentrato sulla piccola e media impresa, che il perdurare della crisi ha messo in seria difficoltà, con tante, troppe aziende che vedono ogni giorno minate la propria competitività e la loro stessa tenuta. Dall’altro, abbiamo puntato sulle indubbie capacità ed esperienze, anche in ambito associativo, dell’ingegner Marco Tavani, per consentire alle aziende del settore di essere protagoniste nel dialogo con le istituzioni locali, nella ricerca incessante di soluzioni ai tanti problemi che attanagliano le nostre piccole e medie imprese del comparto: uomini, mezzi ed organizzazioni, che operano nella Tuscia, dando occupazione e producendo ricchezza”.

 

“La nostra priorità – afferma Giuseppe Crea, Direttore della Federlazio di Viterbo – è quella di contribuire, attraverso la nuova iniziativa, al rilancio del comparto ed al rafforzamento della sua straordinaria identità imprenditoriale in questo territorio. Oggi e da sempre, siamo al fianco delle nostre piccole e medie imprese mossi dalla consapevolezza di svolgere, come Associazione, un ruolo sempre attivo di innovazione, di servizio, di tutela e rappresentanza di questa dimensione d’impresa, auspicando la creazione di un ambiente favorevole, attraverso politiche che incentivino l’economia e la ripresa dei consumi”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email