«Auspichiamo un ripensamento dell’ultim’ora, altrimenti lunedì 6 dicembre si rivelerà un giorno funesto, soprattutto per chi fa impresa, che innescherà un effetto domino deleterio per la salute delle aziende. In parallelo al rafforzamento delle misure anti-covid col super green pass, stante il perdurare della pandemia, c’è infatti in calendario il pagamento super concentrato delle cartelle di Rottamazione. Se il fisco, in un periodo d’emergenza e di oggettiva difficoltà economica per le imprese, mentre fioccano le disdette per le festività di Natale, fissa tutte le scadenze nello stesso giorno, significa che esiste un accanimento contro le aziende e i piccoli imprenditori, in particolare del comparto Horeca. Un accanimento che non ha giustificazioni».

Lo ha dichiarato Paolo Bianchini, presidente dell’associazione di categoria MIO Italia, Movimento Imprese Ospitalità.

Articolo precedenteUna vita da social e giornata mondiale in memoria delle vittime della strada: iniziative della Polizia di Stato
Articolo successivoADM. Viterbo, scoperta evasione fiscale dell’accisa sul gas naturale