REGIONE – Unindustria accoglie con grande interesse “l’emendamento 436 al “collegato” che prevede la razionalizzazione dei Consorzi per lo sviluppo industriale del Lazio e che è in discussione in queste ore in Consiglio Regionale.

L’emendamento 436 va sicuramente nella direzione da noi auspicata; da anni chiediamo la costituzione di un consorzio unico regionale che preveda risorse specificatamente dedicate e che risponda in maniera concreta e mirata alle mutate esigenze del sistema produttivo della nostra Regione.

Unindustria già nel manifesto “Obiettivo Competitività” per il governo regionale presentato a febbraio di questo anno ai candidati alla presidenza della Regione, ha inserito, come punto centrale, proprio la riqualificazione e una connessione diversa delle aree industriali del Lazio.

Confidiamo fortemente che il nuovo consorzio unico regionale, in stretta condivisione con la Regione Lazio, e prendendo anche spunto dalle migliori esperienze presenti in Italia ed in Europa, possa intervenire con una pianificazione pluriennale sulle politiche di programmazione regionale e comunitaria.

E’ importante riportare al centro il tema delle Aree Industriali e della loro dotazione infrastrutturale prevedendo ovviamente risorse dedicate; trasformare e gestire gli agglomerati industriali di competenza del Consorzio Unico in Aree Produttive Ecologicamente Attrezzate (APEA); armonizzare la pianificazione urbanistica del Consorzio Unico con quella del Piano Territoriale Paesistico Regionale, per evitare quanto è accaduto per esempio nell’area di Santa Palomba, dove l’inserimento di vincoli paesaggistici sull’area industriale, ha di fatto comportato il blocco degli investimenti produttivi”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email