Il trading online ha spalancato le porte del mondo degli investimenti finanziari praticamente a chiunque. Oggi in Italia ci sono circa otto milioni di trader e la maggior parte di essi sono piccoli risparmiatori. Sono più di venti anni che è possibile effettuare operazioni tramite i broker online, ma solo nell’ultimo periodo c’è stato un vero e proprio boom: la pandemia ha dato una forte spinta ai numeri del trading, ma il percorso di avvicinamento degli italiani alle piattaforme era già iniziato.

I reali motivi di questo crescente interesse nei confronti degli investimenti online non sono quindi collegati alle restrizioni imposte negli anni passati per limitare i contagi, ma vanno ricercati altrove. Sicuramente ha influito la crescita del popolo dal punto di vista della preparazione finanziaria, che è stata possibile anche grazie alle risorse didattiche di qualità che si possono trovare pure in rete. Un altro fattore determinante è stato il miglioramento delle piattaforme di trading.

Le piattaforme di trading: la porta d’accesso ai mercati per i piccoli risparmiatori

Le piattaforme che i broker oggi mettono a disposizione dei loro utenti sono nettamente migliori rispetto a quelle di qualche tempo fa. Sono molto più complete, stabili e veloci, ma soprattutto sono estremamente intuitive. Questo fatto ha consentito anche a chi non ha molta esperienza di fare in autonomia i suoi investimenti finanziari, mentre il progressivo abbassamento dei depositi minimi iniziali ha permesso anche a piccoli risparmiatori di avvicinarsi a questo mondo.

La scelta della piattaforma è quindi il primo passo importante che un aspirante trader deve compiere. Per capire quale sia quella più in linea con il proprio profilo di investitore, si consiglia di visitare portali specializzati nel trading online come, per esempio, Piattaformetrading.online; infatti, su questo sito è possibile leggere una guida dedicata ai migliori broker disponibili sul web. Tra questi si distinguono eToro, FP Markets, Capital.com, IQ Option e Trade.com sono tra le migliori opzioni disponibili. I costi, l’intuitività della paittaforma e dei suoi strumenti, il servizio di assistenza e la quantità di asset negoziabili sono gli aspetti più importanti da considerare nella scelta dell’intermediario.

Teoria e pratica: studio e conto demo

Per riuscire a togliersi qualche soddisfazione con l’attività di trading è necessario avere una buona preparazione. Ormai tutti i broker più importanti offrono ai loro utenti una serie di contenuti didattici di qualità: anche questo aspetto può essere determinante nella scelta dell’intermediario. La teoria però da sola non è sufficiente: serve anche la pratica! E qui entra in gioco il conto demo, che permette di prendere confidenza con la piattaforma ed i mercati senza alcun rischio.

Il conto demo consente di operare sullo scenario reale ed è identico in tutto e per tutto ad un reale account di trading, ma con un’eccezione: si utilizza un capitale virtuale. Grazie a questa modalità è possibile accumulare esperienza senza correre alcun rischio. È uno strumento fondamentale per chi è alle prime armi, ma è utilissimo anche a chi è ad un livello più avanzato, che può usarla, per esempio, per testare le sue nuove strategie prima di metterle in atto sul conto reale.

La strategia da adottare per gli investimenti finanziari online

E proprio la scelta della strategia di trading da adottare rappresenta un altro passo importante per i piccoli risparmiatori che hanno deciso di entrare nel mondo degli investimenti online. La strategia non è altro che quell’insieme di regole che il trader deve seguire ogni volta che sui mercati si verificano determinate condizioni. Si parla quindi della definizione delle condizioni di entrata e di uscita, della gestione dei parametri di rischio e così via.

Purtroppo non esiste una tecnica che possa essere consigliata a tutti: ogni trader dovrebbe sceglierne o addirittura crearne una che si adatti alla perfezione al suo profilo da investitore, quindi alle sue preferenze, all’orizzonte temporale che intende dare alle operazioni, al capitale che può investire, al livello di rischio che può accettare e così via. Riepilogando, il percorso che dovrebbe affrontare una persona che intende iniziare ad investire online è composto da diverse tappe importanti: scelta della piattaforma, preparazione, pratica, scelta della strategia.

Articolo precedenteSipicciano, 2a edizione di “Suoni Arte e Sapori nel Borgo”
Articolo successivoFDI Viterbo: Sul piano di alienazione degli immobili comunali sia convocato un consiglio straordinario