Con l’articolo di oggi si andrà a trattare come scegliere in maniera corretta le piattaforme per fare trading. Una piattaforma trading è un software che permette all’investitore di fare trading online e partecipare ai mercati finanziari con il proprio capitale.

Ne esistono a centinaia, sia in Italia che in Europa, e scegliere la piattaforma giusta è fondamentale per poter ottenere il meglio dai propri investimenti online. Oggi, quindi, si individueranno quelle che presentano le migliori opportunità sul mercato e quelle da cui stare alla larga.

Cosa sono?

Per piattaforma di trading si intende quel software che permette di gestire portafogli finanziari e di accedere ai mercati. Spesso, però, si finisce per intendere come piattaforma i broker, quelle società che permettono di aprire un conto e di operare sui mercati, ma ciò è sbagliato.

Le piattaforme di trading sono software di intermediazione. Il loro funzionamento è semplice. Infatti, permettono di accedere ai mercati e gestire degli ordini, ad esempio si possono comprare e vendere titoli, per farlo bisogna solamente selezionare il titolo di interesse, selezionare l’importo e altri tipi di specifiche;

C’è anche la possibilità di inviare ordini condizionali, ovvero è permesso di impostare lo stop loss e take profit, ossia delle impostazioni che chiudono in automatico le posizioni aperte raggiunti certi livelli di prezzo;

Differenza tra piattaforme di trading e broker

Broker e piattaforme sono due cose diverse. I broker devono per forza avere una piattaforma di trading, mentre le piattaforme necessitano di un broker di contorno perché i servizi offerti non sono sufficienti per investire in borsa online. La piattaforma è la parte finale che permette di investire sui mercati.

Come funziona, quindi, un broker trading? Questo in genere comprende:

  • Una gestione degli account: consente l’apertura, chiusura e gestione delle proprie attività online;
  • Licenze e autorizzazioni: per operare in Europa un broker deve essere regolarmente registrato nel continente e ottenere delle autorizzazioni dalle autorità nazionali;
  • Piattaforma di trading: è il software che permette di aprire e chiudere posizioni, impostare ordini e gestire il proprio portafoglio;
  • Deposito e prelievo;
  • Servizi di formazioni: sono molti i broker che offrono la possibilità di formarsi;
  • Servizi aggiuntivi: possono essere di diverso tipo e danno dei vantaggi ai traders.

Migliori piattaforme di trading

Bisogna dire che non esistono migliori piattaforme per tutti, ma esistono piattaforme trading adatte per ogni profilo di investitore. Si possono suddividere in:

  • Piattaforme web: sono quelle da cui è possibile accedere tramite il browser web. Oggi sono ricche di funzionalità al pari di quelle software;
  • Piattaforme software: quelle come MetaTrader sono il meglio che i traders professionisti possano scegliere per le loro operazioni.

Per definire una piattaforma professionale, è necessario che offra determinati funzioni come:

  • Ordini professionali e condizionali: devono essere presenti gli ordini condizionali come stop loss e take profit;
  • Interfaccia personalizzabile: ogni trader deve poter avere a disposizione gli strumenti che gli permettano di impostare le interfacce a suo gusto per muoversi agilmente;
  • Consistenza: le migliori piattaforme sono quelle che sono stabili, non hanno crash e malfunzionamenti;
  • VPS Integrabile: le VPS permettono di caricare piattaforme e script in remoto, ossia non è necessario avere il PC sempre acceso.

Migliori piattaforme di investimento: considerazioni finali

Al giorno d’oggi il libero mercato a livello finanziario consente a tutti gli investitori di fare trading scegliendo tra tante migliori piattaforme per gli investimenti.

Sono stati analizzati i criteri per il confronto quando si deve scegliere una piattaforma, così come le funzionalità che devono essere offerte per considerare una piattaforma professionale.

La scelta finale non può, quindi, che essere personale. Ogni broker, ogni piattaforma, infatti, deve essere necessariamente analizzata in relazione alle proprie necessità personali. In questo modo si riuscirà, quindi, a trovare quella più adatta per se stessi, quella che risponde meglio alle proprie esigenze di trader.