Nel merito del comunicato della CGIL funzione pubblica del 11/09/2019, Talete intende precisare che:

  • Circa il mancato pagamento degli stipendi, la situazione evidenziata non riguarda in alcun modo i propri lavoratori ma esclusivamente i dipendenti della società Cobalb ormai in liquidazione.

  • Da oltre un mese sono in corso delle riunioni che vedono impegnati vari soggetti tra i quali Talete stessa, la Prefettura di Viterbo, la Regione Lazio ed i sindaci del bacino interlacuale, proprio al fine di individuare una soluzione condivisa che ripristini i diritti del personale suddetto e che non metta Talete in condizione di non poter salvaguardare la propria sopravvivenza”.

 

Commenta con il tuo account Facebook