Il mondo del lavoro si sta evolvendo e richiede la presenza di figure sempre più specializzate, anche nel magazzino, dove è diventato cruciale il ruolo del carrellista.

In sostanza il carrellista si occupa della movimentazione della merce all’interno del magazzino tramite un apposito carrello elevatore.

Per poter guidare questo mezzo è necessaria la patente B, alla quale va affiancato un corso specifico per essere abilitati all’utilizzo di questo macchinario.

Nella pratica questa figura si occupa del carico e dello scarico della merce, che deve essere presa oppure depositata nel magazzino.

Il lavoro del carrellista però non si esaurisce qui, anzi, sono richieste molte altre competenze e responsabilità.

Tra le mansioni richieste c’è ad esempio la verifica di tutto la documentazione relativa ad un ordine oppure all’invio di merci.

Deve poi conoscere tutte le fasi del picking, cioè il processo di prelievo della merce dal magazzino.

Questa figura deve poi avere competenze specifiche nell’ambito amministrativo e informativo. Durante l’espletamento dei vari compiti deve infatti compilare tutte le pratiche amministrative richieste e usare lettori di barcode, software gestionali e di magazzino per tracciare tutti gli spostamenti delle merci.

All’occorrenza deve anche verificare le giacenze del magazzino favorendo così le attività relative all’inventario, per evitare che ci sia penuria o al contrario eccesso di merci.

Soprattutto negli e-commerce si tratta di due criticità molto gravi. La giacenza prolungata di prodotti nei magazzini può favorirne il deperimento, così come la mancanza di prodotti rallenta le operazioni di consegna.

Il carrellista ricopre un ruolo di grande responsabilità non solo per quanto riguarda la gestione della merce nel magazzino, ma anche per la sicurezza personale e di tutti gli altri dipendenti.

Chi ricopre questo ruolo deve quindi essere opportunamente formato con corsi di formazione periodici e avere una conoscenza approfondita dell’ambiente di lavoro.

In un magazzino di piccole dimensioni, ad esempio, risulta ancora più complesso movimentare il carrello elevatore rispetto ad un ambiente di lavoro più ampio e spazioso.

Durante l’utilizzo di carrelli elevatori possono esserci molti pericoli come ribaltamenti o perdita di stabilità, quindi è necessario che l’operatore indossi l’abbigliamento adatto, come scarpe antinfortunistiche e guanti da lavoro, e che sia in perfette condizioni psicofisiche.

Il carrellista è quindi un lavoro di grande responsabilità, proprio per questo motivo le paghe sono molto interessanti.

Trattandosi di una figura molto ambita, sul web la ricerca cerco lavoro come carrellista è una delle più gettonate.

Chi è in cerca di un’occupazione può velocizzare la sua ricerca utilizzando portali verticali come magazzinieri.it.

Il suo utilizzo è estremamente intuitivo anche per chi non ha grande dimestichezza con la tecnologia. Una volta entrati sulla piattaforma basta compilare il proprio CV e inviarlo, per poi essere messi in contatto con le aziende che ricercano quella figura nell’area geografica designata.

Articolo precedenteBolsenArte Winter, in concerto l’Orchestra sinfonica delle Cento Città
Articolo successivoMontefiascone, segnale stradale incustodito diventa discarica