Angelo Zeppa

ORTE – “Dopo 5 mesi dall’ultimo, si e’ svolto ad Orte il Consiglio Comunale. Ben 16 i punti all’ordine del giorno tra cui il bilancio di previsione 2018-2020 con tutti gli annessi e connessi. Bilancio che è lo strumento su cui si basa tutta l’attività politico amministrativa di un’amministrazione.

Abbiamo assistito alla solita farsa. Tanta arroganza poca sostanza. Giuliani & company, secondo un copione gia’ visto, per mascherare le loro inefficienze tirano costantemente in ballo presunti debiti ereditati dalle precedenti amministrazioni. Come in passato, continuano a scaricare le loro inefficienze sull’anno di Commissariamento. Basta, cambiate argomenti!

Gli attacchi personali ai membri della minoranza testimoniano il nervosismo del Sindaco che probabilmente si rende conto della situazione in cui ha portato il nostro Comune.

I componenti di Orizzonte Comune manifestano supponenza e sufficienza per gli interventi delle minoranze. Dando luogo ad uno spettacolo davvero poco edificante per chi segue il Consiglio Comunale.

Per quanto riguarda i contenuti rileviamo per l’ennesima volta pressappochismo, scarsa informazione e poca conoscenza dei provvedimenti che propongono.

Registriamo un aumento pressoché generalizzato delle tariffe dei servizi a domanda individuale, come l’asilo nido comunale, che continuando di questo passo dovremo classificare come servizio di lusso invece che sociale. Però lo scuolabus, cari cittadini, è gratuito per tutti. A no, dimenticavamo, hanno cambiato idea anche su questo, solo una promessa per avere il vostro voto, già archiviata.

Nel bilancio non vi è traccia di una prospettiva di sviluppo e rilancio chiara per il territorio. Soltanto numeri che sembrano servire a confezionare un atto redatto in ritardo e con molta fretta.

Abbiamo avuto la netta sensazione che abbiano speso 16.400 euro per il progetto sulla raccolta differenziata. Ma che non lo abbiano studiato ed analizzato con la dovuta attenzione. E per ora le tariffe rimangono alte perché il servizio è carente in termini di risultati.

Aderiscono ad associazioni senza aver ben chiari i termini ed i contenuti di queste adesioni.

Si ostinano su progetti, come il Tempio Crematorio, di dubbio interesse ed utilita’ per i cittadini ortani, tralasciando le vere necessita’ della cittadinanza.

E poi chiariamoci definitivamente su un punto. Gli ortani sarebbero ben felici di pagarVi interamente le indennità di amministratori, purché svolgiate con competenza il Vostro ruolo. Nessuno andrebbe a farsi curare da un medico poco capace soltanto perché si riduce lo stipendio. Basta demagogia su questo tema.

Notiamo un miglioramento costante, dobbiamo ammetterlo, in ambito parate- cerimonie- onoreficenze. Su questo sono imbattibili. Peccato che non sia cio’ che i cittadini ortani si aspettano e meritano.

Una maggioranza “tanta apparenza e poca sostanza”, anche in tema di bilancio, che conferma la sua natura del tutto evanescente”.

Partito Democratico – Orte

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email