1624 ingressi, 80 banchi, 2 ettari di spazi a verde sono i numeri della Fiera di San Giovanni che, come tradizione, si è tenuta mercoledì 24 giugno  a San Lorenzo Nuovo. Quest’anno la fiera, per motivi connessi alla necessità di garantire spazi idonei al distanziamento sociale, è stata allestita al Parco del Vignolo, un polmone verde di circa due ettari ubicato all’inizio del paese e con un’eccezionale panorama sul Lago di Bolsena.

«Sono molto soddisfatto del risultato perché siamo riusciti a garantire nel modo più serio possibile il rispetto delle norme anticovid e al tempo stesso abbiamo riscontrato il gradimento della popolazione che – afferma il sindaco di San Lorenzo Nuovo, Massimo Bambini, – ci ripaga del grande lavoro svolto nonostante i pochissimi giorni a disposizione. Abbiamo staccato oltre 1600 biglietti dalle otto a mezzogiorno; non ho riferimenti con gli anni scorsi ma penso siano ottimi numeri.

E’ stata comunque una esperienza sicuramente positiva e degna di approfondimento anche in funzione di altre manifestazioni che in futuro potrebbero svolgersi nell’area in questione, una vera terrazza sul Lago di Bolsena.

Dovevamo dare un segnale di ripartenza e penso che il segnale sia arrivato forte e chiaro. Desidero ringraziare i dipendenti comunali per l’ottimo lavoro svolto, gli amministratori comunali per aver sostenuto la scelta del Vignolo e tutti coloro che, a vario titolo, hanno fornito il proprio contributo per questa prima manifestazione dell’estate 2020, l’estate del covid o, meglio, l’estate post-covid.