Lina Novelli, membro del Direttivo ANCI con delega al Welfare, comunica che nella ultima seduta è stato approvato “il bilancio di previsione capace di trasferire ed ottimizzare risorse per le comunità attraverso progettualità che derivano anche da bandi europei.

Tra le iniziative in evidenza, le risorse destinate alla comunicazione, ai progetti di partecipazione e formazione a Ventotene per i giovani amministratori e la visita, se la situazione pandemica lo permetterà, a Bruxelles per una puntuale conoscenza delle risorse comunitarie.

Nell’ordine del giorno anche il bando ”fermenti in comune”, in attuazione di un accordo tra Dipartimento per le politiche giovanili, il servizio civile universale della Presidenza del consiglio dei ministri e l’Anci rivolto al protagonismo giovanile dei territori.

Si tratta di risorse del fondo per le politiche giovanili su cui Anci destina 4 milioni e 960 euro per l’avvio o il rafforzamento di azioni positive per affrontare le sfide sociali dei giovani.

C’è la possibilità di finanziare  di vedere finanziati più di 50 progettualità comunali che guardano alla inclusione e partecipazione, ambiente e territorio, welfare, benessere e salute.

Possono partecipare tutti i comuni italiani con importi massimi finanziabili, in base al numero di abitanti dai 60 mila a 200 mila euro.

La scadenza per la presentazione delle domande è stata prorogata al 29 gennaio 2021.

Tra le iniziative in corso di Anci Lazio, una in particolare,coinvolge anche il Comune di Canino  che partecipa al bando” comincio da zero” destinato ad incrementare e qualificare la possibilità di accesso e fruizione dei servizi di cura ed educazione dei bambini nella fascia di età da 0/6 anni e delle loro famiglie, in particolare quelle più fragili.

La partecipazione attiva in qualità di Sindaco del Comune di Canino che si esprime con la presenza nel direttivo,sarà  di sicuro utile a trasferire conoscenza ed informazione circa le opportunità che arrivano dal mondo Anci a beneficio dei comuni e delle collettività”.