Il 10° Festival Internazionale di Musica “Le strade d’Europa. Lituania-Italia” 2018 si prepara come sempre ad abbracciare tutta l’Europa. Il programma del Festival, ricco e denso di concerti come mai, presenterà giovani interpreti e compositori da sette paesi – Lituania, Polonia, Bielorussia, Italia, USA, Taiwan e Turchia. I concerti del Festival si spargeranno nella città di Vilnius e Plungė in Lituania e L‘Aquila, Gallese e Palermo in Italia.

Il Festival continua ad essere giovane e rigoglioso, presentando gli artisti della nuova generazione, che trionfano nei concorsi internazionali e hanno già conquistato il riconoscimento del pubblico nel proprio paese e all’estero. Con le collaborazioni importanti come la Filarmonica Nazionale Lituana, il Museo d’Arte di Samogizia, l’Assamblea Regionale Siciliana e la Fondazione Federico II, la Società Aquilana dei concerti “B. Barattelli” e i “Giovani amici della musica”, la Società Aquilana “I Solisti Aquilani”, l’Associazione Cultura e Musica G. Curci di Barletta, il Circolo Culturale Saturnio di Moncalieri e il patrocinio dell’Ambasciata della Repubblica di Lituania in Italia e del Comune di Gallese.

Il Festival di quest’anno dedica una particolare attenzione agli artisti della Polonia. Il calendario degli eventi del Festival si svolgerà tra Lituania e Italia presentando ben quindici programmi originali ad ampio spettro. Anche quest’anno in Lituania ritornerà il mandolinista italiano Francesco Mammola, molto apprezzato dal pubblico lituano nelle passate edizioni, che insieme alla clavicembalista lituana Nijole Dorotėja Beniušyte e il leggendario Quartetto d’archi Čiurlionis si esibirà in un vasto programa dal XVIII al XXI secolo; prenderanno parte alla rassegna dei concerti anche il giovanissimo pianista polacco Kacper Kuklinski e il carismatico virtuoso del pianoforte Yu-Lun Chang di Taiwan.

Il Trio polacco Adam Bruderek, Jan Lewandowski, Daniel Bruderek e la pianista Anna Maria Kubicz, dedicano il loro programma „White&Red#100“ al Centennario della Repubblica Polacca. Per la prima volta, nel ricco calendario del Festival, sotto le mani dell’eclettico musicista aquilano Carlo Ferdinando de Nardis, ascolteremo il Re degli strumenti – l’organo. Presso il Town Hall di Vilnius verranno eseguite, dal soprano Monika Kučinska e Vaida Balčiūnienė al pianoforte, le più belle arie d’opera. Infine, sempre nella città di Vilnius, saranno presentati cinque concerti dedicati ai più giovani talenti lituani.

Come ogni anno scopo principale del Festival, sono i concerti in Italia degli artisti lituani. Quest’anno il pubblico italiano avrà l’opportunità esclusiva di ascoltare i concerti, a l’Aquila, Palermo e Gallese, del Quartetto d’archi Čiurlionis con I Solisti Aquilani, dell’ensamble internazionale Trio Agora – Žilvinas Brazauskas, Natania Hoffman, Robertas Lozinskis, del giovane violinista toscano vincitore del XXX European Music Competition “Città di Moncalieri” Leonardo Ricci accompagnato al pianoforte di Francesco Mazzonetto e dell’eccentrico pianista-compositore, chiamato “Wilde Heart” Maurizio Mastrini con il programma d’autore “W LA VITA”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email