Una giornata di musica e divertimento con la Street Music Band “La Brincadeira”

Un’ondata di energia e di allegria è entrata, – scrive Assunta Olimpieri, Docente I.C. Montalto di Castro – questa settimana, nelle classi della scuola dell’infanzia e della scuola primaria dell’Istituto Comprensivo Statale di Montato di Castro e di Pescia Romana: gli alunni, dotati di secchi e bacchette, e guidati dai ragazzi della street band “La Brincadeira” di origine spagnola, hanno partecipato ad un entusiasmante stage in cui i protagonisti sono stati il ritmo e la spontaneità. Seguendo l’esempio di questi artisti di strada, i bambini hanno suonato e ballato come dei veri professionisti, senza bisogno di tante parole e di noiose spiegazioni. A parlare è stata la musica che, ancora una volta, ha dimostrato di essere un linguaggio universale, comprensibile a tutti, e un mezzo altamente aggregante: lì dove non arrivano le parole, arriva la musica, quel collante che riesce ad unire tutti verso uno scopo comune. In quest’occasione, anche i più timidi, i più impacciati, i più introversi, hanno trovato la loro dimensione, hanno espresso la loro interiorità senza paure e limitazioni, divertendosi ed impegnandosi al massimo.

Dopo il workshop della mattina, la sessione è proseguita il pomeriggio, martedì 14 a Pescia Romana e venerdì 18 a Montalto, in Via Aurelia Tarquinia, durante l’inaugurazione della Sagra dell’asparago, in corso questo fine settimana nel paese. Alla presenza delle autorità comunali, della Dirigente Scolastica, dei rappresentanti dell’Associazione musicale culturale “Diego Chiti” di Manciano, promotrice del Progetto, e accompagnati da genitori ed insegnanti, i bambini hanno dato vita ad un vero e proprio spettacolo che, con il suo ritmo trascinante e travolgente, ha fatto divertire e ballare tutti i presenti.

Un grazie, allora, ai ragazzi della street band “La Brincadeira”, che hanno dato l’opportunità ai nostri allievi di vivere un’esperienza altamente formativa guidandoli alla scoperta del ritmo che è in loro; ma, soprattutto, un grazie ai bambini che, con la loro spontaneità e genuinità, riescono sempre a strapparci sorrisi e a farci vivere autentici momenti di gioia e di piacere.