Corso Montefiascone

Oggi i cittadini di Montefiascone, apostrofati come agricoltori, praticando quell’alto senso civico che sempre hanno dimostrato nei momenti salienti della vita cittadina, stanno rispettando a pieno i suggerimenti e le direttive emanati dal Capo del Governo sul corretto comportamento da tenere in questa quarantena fino al tre Aprile, in modo veramente esemplare e da persone di buona cultura e provata saggezza.

Abbiamo cercato di fare una piccola verifica del traffico automobilistico sia in città che sulla statale Cassia nel territorio di Montefiascone, parimenti lo abbiamo fatto affacciandoci agli ingressi e quindi nell’affluenza ai diversi supermercati che sono in città, senza trascurare le persone circolanti a piedi; ebbene, da tutto ciò, è emerso che i cittadini di Montefiascone sono chiusi in casa ed hanno assunto un comportamento di tutto rispetto.

Quasi nulli i pedoni, quantificati nel palmo di una mano, quelli incontrati, quasi nullo il movimento automobilistico, circolanti, nel primo mattino, soltanto le auto delle donne uscite per la spesa giornaliera, poi, in modo molto ridotto, i mezzi delle piccole ditte, quasi tutte operanti nel settore edilizio, completamente assente il mondo dei ciclisti.

Dalle cinquemila unità di mezzi circolati sulla Cassia, nelle ventiquattro ore, rilevati con le statistiche di qualche anno fa, oggi sono stati contati, nell’arco del medesimo tempo, circa cinquecento.

Le buone norme della distanza tra persone, anche nei negozi sono state rispettate, come pure sono stati razionalizzati gli ingressi con file ordinate fuori dell’entrata per non creare il superaffollamento all’interno; qualche persona aveva in mano anche il giornale da leggere, quasi tutte erano dotate di mascherina; un comportamento veramente surreale ma positivo che non ce lo saremmo mai aspettato. Tale comportamento di paziente attesa lo si è riscontrato anche negli ingressi alle farmacie.

In alcuni punti, sulle principali arterie, nell’immediato esterno della città, è stata notata la presenza di alcune pattuglie di Carabinieri e Polizia di Stato che controllavano le auto in circolazione; sembra non siano state rilevate gravi infrazioni alle normative in atto, anche le ordinanza locali del Sindaco, sono state rispettate.

Tutti si augurano che tanti sacrifici servano e siano utili al fine di ridurre il contagio, il diffondersi del virus. Molti hanno approfittato per pregare, chiedere la protezione della Madonna, la Sua intercessione presso Dio Padre, visto che è molto onorata nel territorio di Montefiascone con una Basilica e diverse chiese ed edicole a Lei dedicate, in modo tale, che prima delle festività della Santa Pasqua, tutto possa finire, per poi trovare nella Resurrezione del Signore, la Resurrezione di ciascuno prima, della Città e di tutta la Nazione poi.

Pietro Brigliozzi