MONTEFIASCONE – Nel limpido pomeriggio di oggi, anche se con un leggero venticello di libeccio, si è tenuta, per le vie della città di Montefiascone, la prima uscita del Carnevale duemiladiciotto, Patrocinato dall’Amministrazione Comunale, Assessorato agli Eventi Promozione e Sviluppo del Territorio; la seconda si terrà la domenica quattro febbraio prossimo.

La sfilata ha preso il via dal piazzale antistante la locale caserma dei Carabinieri, alle ore quindici come previsto dagli organizzatori, quindi ha percorso Via Aldo Moro per poi immettersi su Via Dante Alighieri e quindi raggiungere piazzale Roma ove hanno sostato a lungo per dar modo alle persone presenti di ammirarli nella loro bellezza mentre i vari gruppi si sono dati alle danze fino alle diciassette e trenta circa, allorché si è decretata la fine della manifestazione. Tutti gli otto carri allegorici, tra grandi e piccoli, hanno così potuto far sfoggio di se tra le due ali di folla dislocate lungo tutto il percorso, e su piazzale Roma.

Una manifestazione nella quale sono stati coinvolti tanti giovani, sia nell’allestire i carri che nel costituire i vari gruppi allegorici a piedi. L’ intero staff direttivo dell’Associazione Carnevale Montefiasconese non può che essere estremamente contento per come si è svolta tutta la manifestazione, durante la quale, non è alcuno incidente alcuno, ne di entità rilevante ne leggera; ne ci sono state le solite piccole diatribe per l’uso sfrenato dei prodotti più o meno orticanti in bombolette spray; avendo tutti rispettato l’ordinanza del sindaco M. Paolini, emessa qualche giorno fa con la quale si vietava il lancio di bombolette vuote, di farina, di uova e di schiuma sul viso delle persone.

La sfilata è stata aperta dal carro di Re Carnevale, seguito dal carro dei Fantasmini, quindi da quello degli Astronauti, da quello dei The Mystery Machine, da quello dei Messicani, quello della Savana Falisca, quindi quello dei Fronzen e, in chiusura, da quello dei Pagliacci; ogni carro era accompagnato, a piedi, dall’omonimo gruppo in maschera.

I gruppi mascherati degli Astronauti, dei Messicani e della Savana Falisca, durante la sosta dei carri su Piazzale Roma si sono esibiti in danze di vario genere sul palco appositamente eretto sia per la cronaca e commento della sfilata Un ruolo importante lo ha esercitato il complesso bandistico La Sbandata del vicino paese di Chia che si è prima esibito su Piazzale Roma, poi ha preceduto la sfilata dei carri per tutto il percorso. Le danze sono state allietate e sorrette dalle musiche dei digey Paolo Tosini e Luca Mocini dando così un tocco di spensierata vivacità a tutta la manifestazione. Durante tutta la manifestazione, chi voleva, poteva accedere a dei gazzebi ove venivano distribuite frappe e castagnole anche per ciliaci. Commentatore e cronista della manifestazione il conosciutissimo esperto in materia, lo scrivente.

Pietro Brigliozzi

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email