Nella mattina si questo sabato, primo ottobre, la locale Associazione, Libera Voce, è scesa su P.le Roma con un gazebo, partecipando alla giornata della Campagna Nazionale intitolata “La Mela di AISM”.

Di buon mattino il presidente dell’Associazione, Giovanni Turchetti, con l’aiuto di altri soci, ha allestito il gazebo, esponendo vari scatoloni contenti sacchetti di mele di Kg 1,8 da vendere ad una cifra convenzionata per poi devolvere l’introito all’Associazione Italiana Sclerosi Multipla.

0877CC2E E2BC 40D9 A1BB 5A33D1A80240 622x350

Sig. Turchetti, ci parli dell’impegno dell’Associazione Libera Voce e dell’importanza di esserne attivisti

Premetto che l’AISM è una grande associazione, anche se poco conosciuta nella nostra città. Opera a livello nazionale e si occupa principalmente dell’assistenza ai soggetti affetti da questa malattia che si sta diffondendo, più di quanto non si pensi, specialmente tra le persone intorno ai trent’anni. Ogni anno l’AISM, nei giorni dell’uno e due ottobre, celebra la sua Campagna Nazionale per sensibilizzare i cittadini, richiamando la loro attenzione affinché si prenda sempre più coscienza dell’esistenza di questa malattia. 

Oggi in piazza con le mele

Certo, è necessario agire concretamente dando un aiuto, perché la ricerca contro la malattia vada sempre più avanti. In questo contesto, oggi siamo qui a vendere sacchetti di mele per raccogliere fondi e l’intero ricavato andrà direttamente all’AISM.  

Come hanno risposto i cittadini di Montefiascone?

Molto bene. Sono soddisfatto, senza fare tanto chiasso siamo riusciti a vendere tutti i sacchetti di mele a disposizione incassando una buona cifra. Le persone che intendo ringraziare, sia a nome della nostra Associazione Libera Voce, sia a nome dell’AISM, si sono avvicinate da sole ed hanno fatto la loro scelta. 

Brigliozzi Pietro

Articolo precedenteViterbo aderisce alla campagna Nastro Rosa AIRC 2022 
Articolo successivoeVenti, IV edizione de La Casa immaginata