Viterbo, grande festa per il giorno di Sant’Andrea

Finalmente è arrivato il giorno tanto atteso dai bambini viterbesi per ricevere il pesce di cioccolata: il giorno di Sant’Andrea con una gran festa a Pianoscarano, quartiere storico della Città dei Papi. Ad accogliere il vescovo Orazio Francesco Piazza nella storica chiesa molti bambini, ma anche autorità civili e militari: il prefetto Gennaro Capo, il questore Fausto Vinci, il comandante provinciale della guardia di Finanza Carlo Pasquali, il comandante della stazione dei Carabinieri Agostino Marigliano, il maresciallo Andrea Montebove, l’assessore ai Servizi Sociali Patrizia Notaristefano, e ancora Salvatore Menditto, il presidente dell’ordine dei Farmacisti, Suor Francesca e suor Elpidia delle Alcantarine, la superiora delle Suore della Sacra Famiglia, una rappresentanza della Misericordia di Viterbo, della Confraternita della Sacra Famiglia e del Santo Rosario.

Il vescovo, nell’omelia ha parlato della figura di Sant’Andrea, il pescatore di anime: “Andrea, il pescatore, è un uomo che conosce la fatica della vita. In lui si coglie la semplicità. E’ immediato, come il fratello Pietro nel comunicare le sue esperienze di vita. La seconda caratteristica che ci trasmette è l’entusiasmo. Impariamo a sentire l’altro, in famiglia, sul lavoro, ad essere immediati ed accogliere il prossimo”.

Usciti dalla chiesa di Sant’Andrea, dopo una Santa Messa commovente e sentita, il Vescovo Orazio Francesco Piazza e l’assessore ai Servizi Sociali Patrizia Notaristefano, accompagnati da don Luca, dopo aver salutato il Prefetto, il Questore, il Comandante della Guardia di Finanza e il Comandante della Compagnia dei Carabinieri, sono andati alla sede del Comitato Festeggiamenti. Con loro, tanti bambini che avevano ricevuto il tradizionale pesce di cioccolato avvolto in coloratissime coperture e adulti in fila, sorridenti, per assaggiare le tradizionali leccornie preparate da mano sapienti. Una grande festa tradizionale per il quartiere storico di Viterbo.