REGIONE – “La Commissione europea ha adottato il Programma operativo regionale-programmazione 2014/2020. Contrariamente a quanto accadeva in passato, il Lazio è tra le prime Regioni ad aver ottenuto l’approvazione”. A dichiararlo è Riccardo Valentini (foto), Vice capogruppo del Partito Democratico al Consiglio regionale del Lazio.

 

Il Programma operativo regionale prevede una serie di investimenti per far ripartire e favorire la crescita, sostenere le piccole e medie imprese e creare nuovi posti di lavoro. In totale si tratta di 913 milioni, di questi 456,5 milioni provengono del FESR.

 

“Risorse – spiega Riccardo Valentini – che verranno utilizzate per promuovere la competitività delle piccole e medie imprese (276,4 milioni, 30,3% del totale delle risorse), rafforzare la ricerca, lo sviluppo tecnologico e l’innovazione (180 milioni , 19,7% del totale delle risorse), promuovere l’efficienza energetica e la mobilità sostenibile (176 milioni, 19,3% del totale delle risorse), realizzare Lazio digitale (144,2 milioni, 16,9% del totale delle risorse) e prevenire e gestire i rischi idrogeologici (90 milioni, 9,9% del totale delle risorse)”.

 

Dal programma ci si attendono infine i seguenti risultati: 1) oltre 11.000 piccole e medie imprese coinvolte negli investimenti; 2) 370 aziende che cooperano con gli organismi di Ricerca&Sviluppo; 3) 95 milioni di investimenti privati in progetti innovativi e di R&S, addizionali a quelli pubblici; 4) 110 ricercatori all’anno coinvolti nei progetti co-finanziati; 5) Popolazione coperta da banda larga (100 Mbps): 562.600 abitanti nel 2018; 6) 7.000 persone e 50 kmq di territorio che beneficiano di interventi idrogeologici di prevenzione delle alluvioni.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email