TARQUINIA – “Il rigetto del ricorso in fase cautelare, come da pronuncia del Tar Lazio del 15/10/2015, si è fondato su una questione procedurale, inerente il rito prescelto, dovuta al vuoto normativo esistente in ordine alla disciplina in materia elettorale applicabile ad enti come l’Università Agraria di Tarquinia, che non incide minimamente, nel merito, in ordine alle irregolarità delle liste impugnate.

 

Di fatto non è stata giudicata l’irregolarità delle liste perché una lacuna della legislazione ha impedito che il ricorso potesse essere discusso in tempo.

 

È comunque innegabile, e neanche negato dall’Ente, che le liste contestate sono palesemente nulle ed illeggittime, anzi, sarebbe stato opportuno e corretto, da parte dei presentatori e della Commissione Elettorale nominata, ritirare le stesse a causa della mancanza dei simboli e dei nomi dei candidati.

 

Proseguiremo il nostro ricorso nelle sedi opportune, la storia non finisce certamente qui, il nostro interesse è quello di tutelare non una singola coalizione elettorale, bensì l’intera collettività tarquiniese, alla quale deve essere garantita la più trasparente regolarità delle elezioni ed il pieno rispetto dei regolamenti.

 

Intanto continuiamo la campagna elettorale come l’abbiamo fatta fino ad oggi, parlando con i cittadini di programmi ed idee”.

 

Il candidato Presidente Manuel Catini (foto)
Lista “Idea Sviluppo”
Lista “Rinnova con Catini”
Lista “Catini Presidente”

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email