«Come Indiana Jones con l’arca, da qualche  tempo, come Consigliere Comunale vado alla ricerca della Deliberazione perduta  161/2018, che sembra  stranamente essersi smarrita  nei meandri dell’albo   pretorio del Comune di Civita Castellana.

 

Questa insieme ad altre motivazioni ,  mi hanno indotto a presentare un esposto  al Prefetto di Viterbo e all’Autorità Nazionale  Anticorruzione , al fine di ottenere risposte  esaustive dall’amministrazione comunale  in merito alla proroga dei  servizi e delle forniture connessi  al codice della strada .

 

Tra le righe dell’ esposto che ho trasmesso a Sua eccellenza Prefetto di Viterbo  e all’ANAC , ho sottolineato che in qualità di consigliere comunale di opposizione, in virtu’ di quanto prevedono le leggi in materia , ho inviato  all’Amministrazione Comunale di Civita Castellana una richiesta di parere/delucidazione, al Responsabile della Prevenzione della Corruzione del Comune di Civita Castellana  Dott.ssa  Maria Cristina Fanelli Fratini , ma stranamente ad oggi  non ho avuto riscontro in spregio a quanto sancisce l’articolo 33 comma  8 del “Regolamento Funzionamento Consiglio Comunale”.

 

Al contempo ho anche evidenziato nella stessa nota , che la  succitata Deliberazione 161 del 10/10/2018 , che è stata oggetto della mia  richiesta di parere/ delucidazioni  alla Dott.ssa Fanelli Fratini ,  a tutt’oggi  non è consultabile nell’Albo Pretorio on line dell’Ente alla voce ricerca delibere della Giunta comunale .

 

Tra l’altro,anomalia questa , che  ho prontamente segnalato verbalmente  all’Amministrazione Comunale civitonica , in occasione del Consiglio Comunale del 7 dicembre u.s. .

Purtroppo nonostante tutto cio’ , l’Amministrazione Comunale di Civita Castellana si è dimostrata per quanto in seguito lamentato e dettagliato, insensibile all’osservanza dei regolamenti e delle leggi nazionali in materia di trasparenza amministrativa (Legge del 7 agosto 1990, n. 241 e s.m.i. ) ,ostacolando di fatto il corretto svolgimento del mio compitoistituzionale.

 

Pertanto essendo ormai trascorsi abbondantemente i termini in cui  la  Dr.ssa .Fanelli Fratini  avrebbe dovuto rispondere alla richiesta di parere/delucidazione, confido in un intervento del Prefetto e del’ANAC, affinché  sia garantito il rispetto dei regolamenti e del ruolo dell’opposizione consigliare. »

 

Il Consigliere Comunale del  Movimento Nazionale per  la   Sovranità di Civita Castellana 

                                                                                           Carlo Angeletti

 

 

 

Commenta con il tuo account Facebook