L’andamento non troppo tranquillo dell’ultimo consiglio comunale, ha fatto passare in secondo ordine un elemento che invece merita di essere messo in evidenza.

Mentre si consumava la diaspora dei consiglieri di tutte le espressioni politiche, gli assessori Massimo Ceccarelli e Paolo Manzi, rimanevano al loro posto e, soltanto quando ormai l’aula consigliare era vuota, lo hanno lasciato.

Un grande gesto di signorilità, dettato dalla consapevolezza politica di essere difensori delle fondamentali regole sulle quali si reggono le Istituzioni.

E’ bene ricordare che nella antica Grecia, come pure nel periodo repubblicano romano, il rimanere sullo scanno delle aule senatoriali, anche in tempi di difficoltà, significava proprio la tenace difesa delle Istituzioni democratiche e dei loro valori.

Al pari di allora, gli assessori Ceccarelli e Manzi, con il loro comportamento, hanno dimostrato coraggio e saggezza e, mentre, nel trambusto generale, tutti se ne andavano, compreso lo stesso Sindaco, essi lasciavano l’aula soltanto quando rimasta completamente vuota.

Pietro Brigliozzi