Ieri 29 gennaio si è svolta la prima tappa del tour della candidata alla presidenza della Regione Lazio Donatella Bianchi. Un primo incontro a Tarquinia per parlare di energia, ambiente, agricoltura, ma soprattutto di Comunità Energetiche Rinnovabili, che sono il faro da seguire per una vera transizione ecologica e sociale.

Seconda tappa a Viterbo, dove la candidata ha incontrato cittadini, associazioni e comitati. A tutti loro ha detto una cosa molto semplice: “ci batteremo senza risparmio per difendere i beni comuni. L’acqua pubblica è una risorsa preziosa e inalienabile, e come tale va trattata – tenendo lontani gli appetiti dei soliti noti e di lobbies che non guardano all’interesse generale”.

Nei prossimi giorni Donatella Bianchi tornerà nella nostra provincia per incontrare altre associazioni, realtà imprenditoriali e cittadini, per rilanciare, tutelare e valorizzare la Tuscia, con l’obiettivo primario di non lasciare indietro nessuno, tutelando le fasce più deboli e rilanciare quell’equità sociale dimenticata dagli altri partiti.

Articolo precedenteAeroporto civile, Viterbo spicca il volo tra le pretendenti
Articolo successivoViterbo, firma protocollo d’intesa tra Comune di Viterbo – UNITUS