“La petizione dei commercianti del centro storico ci trova assolutamente concordi nell’oggettivo esame della situazione del commercio a Viterbo e nelle soluzioni che vengono proposte.

Non ci sembra questo il periodo più adatto a sperimentazioni sulla viabilità. In particolare è noto che il nostro gruppo non condivide la disposizione delle casette che riducono ad una sola corsia la viabilità e taglia così il centro in due proprio mentre ci sono tanti altri disagi dovuti ai numerosi cantieri. 

Indispensabile quindi pensare a misure che incentivino gli acquisti in centro da subito e non a festività terminate. Si può pensare ai parcheggi interamente gratuiti o magari alla prima ora gratuita. Il target scelto per il Natale con eventi per di più dedicati a bambini non sembra possa incentivare il commercio del centro. Invitiamo quindi la Sindaca e gli assessori e i delegati competenti a ripensare le disposizioni e, comunque, riproporremo in bilancio la necessità di ristori per quelle attività che hanno sofferto per i lavori”.