Chiara Frontini, nei locali di Caffè Schenardi, ha tenuto a precisare che lei e la sua squadra saranno comunque presenti nel centro storico, nelle periferie, negli ex comuni, per un contatto ravvicinato con i viterbesi. Per far capire loro che “votare” è un gesto importante, ha ritenuto puntualizzare, perché in molti hanno espresso il desiderio di non andare a votare. 

La Frontini ha sottolineato che sarebbe un errore, un grosso errore.

Per far comprendere ai cittadini l’importanza del voto la Frontini e i suoi distribuiranno ai cittadini il suo programma elettorale, per un governo cittadino fatto di impegni, non di promesse.

Un programma costruito sera dopo sera dagli esperti del gruppo con la collaborazione di tutti i candidati, uniti esclusivamente dalla voglia di raggiungere obiettivi comuni per il bene della città.

Frontini ha anche ribadito un concetto espresso da Michael Jordan ossia ”con il talento si vincono le partite, ma è con il lavoro di squadra e l’intelligenza che si vincono i campionati”.

Poi è passata a spiegare perché nel materiale informativo che viene distribuito è inserita una matita. “La matita è un simbolo per rammentare che entrando nella cabina elettorale riceveranno una matita ed una scheda con la quale dovranno effettuare una  X per determinare un cambiamento della gestione della città e delle necessità dei cittadini”.

La candidata a Sindaco ricorda che la creazione di posti di lavoro è obiettivo primario di una amministrazione e per questo è necessario analizzare tutte le possibilità che il territorio offre, dal turismo al termalismo, senza dimenticare la cultura

“Servono regole chiare per chi vuole investire in città. Essenziale è far comprendere che esiste una sostanziale differenza tra progetti  gestionali e progetti di sviluppo.

Viterbesi rammentate che se non votate significa che non volete contare

Articolo precedentePremiati gli atleti del Team Special Olympics Italia ViviCivita
Articolo successivoVia Francigena, è nata a Vetralla la Scarpa del Pellegrino