Angelo Merlo

Il Consiglio comunale ancora sotto critica

Il Consiglio comunale di venerdì prossimo ancora sotto lente; a parlarne, ora è il consigliere della Lega Angelo Merlo che, così si è voluto esprimere sulle nostre pagine. “Non posso fare a meno di essere critico, in quanto, da ora in poi, i cittadini montefisconesi dovranno aspettarsi solo rincari. Nel prossimo Consiglio i cittadini devono sapere che ci saranno solo aumenti di tasse che graveranno su famiglie ed imprese”.

Consigliere Merlo, le sue considerazioni su questo Consiglio comunale un po’ particolare…
Intendo intervenire come consigliere della Lega, poiché i nostri amministratori preferiscono seguire la strada più semplice per risanare il disastroso bilancio: aumentare in maniera indiscriminata le tasse. Assistiamo a soldi spesi senza una seria programmazione con migliaia di denari gettati al vento, per capricci da alcuni assessori. Di contro, in tempo di crisi, come l’attuale, non si vede un sostegno a famiglie e piccole imprese, come dovrebbe essere.

Andiamo per ordine, in prima battuta, vuol chiarirci l’aspetto politico
Politicamente questa amministrazione ha fatto tanti errori, dalla cattiva gestione di Villa Serena, non c’era alcuna necessità di prenderla prima della normale scadenza, alla gestione del cimitero; dalla gestione del Prato Giardino, alla gestione del lungolago; dalla pubblica illuminazione alle gestione di certi servizi di prestigio e la loro ipotetica privatizzazione come l’asilo nido, tanto per citare alcuni esempi. La situazione delle strade, comprese quelle di campagna. La precaria situazione del canile in procinto di chiusura, Corso Cavuor nel completo abbandono. Concludo dicendo che non condivido quest’ordine del giorno che riguarda gli aumenti delle tasse comunali.

Per l’aspetto economico?
Disastroso. Basti pensare alla negativa riorganizzazione del personale con la quale sono stati allontanati tre dirigenti per crearne dei nuovi con il famoso concorso, sul quale, per mia dignità personale, non mi dilungo più di tanto, anche perché tutti sanno.
Si sarebbe potuto risparmiare riducendo i premi di produttività ai capi settori… si è certi che siano stati raggiunti gli obiettivi prefissati? Senza dimenticare la scellerata scelta di non aver firmato i patti sociali ed aver preso in carico, anticipatamente, Villa Serena con la salata buona uscita di circa cinquecentomilaeuro che si è dovuta pagare ai soci privati.

In sintesi, in qualità di consigliere della Lega, come si comporterà al consiglio comunale?
Ribadisco che non condivido l’ordine del giorno e quindi, al solo fine di salvaguardare i risparmi dei cittadini, voterò contro ogni punto che verrà posto alla nostra attenzione e messo a votazione. E, umilmente, mi permetto invitare tutti i consiglieri, compresi quelli che reggono e fanno ancora parte di questa maggioranza, a votare secondo coscienza poiché non siamo stati eletti per penalizzare i cittadini, ma per aiutare e sostenere la nostra comunità.

 

Pietro Brigliozzi

Commenta con il tuo account Facebook