«Era tutto scritto e chiaro (almeno per noi) fin dall’inizio. Quindici mesi fa -chiedendo scusa alla cittadinanza – il nostro Consigliere Vettori aveva già capito che non c’erano i presupposti per governare la nostra Antichissima Città, in quanto le scelte del Sindaco e soprattutto le modalità di gestione politica ed amministrativa del nostro Comune non erano da lui condivise.
Nonostante le avances politiche pre e post elezioni, abbiamo sempre mantenuto le distanze dal candidato Di Mauro poiché era evidente, fin da subito, l’intesa “poetica e patetica” tra lui e l’Illustrissimo Sindaco; intesa che nel corso della legislatura si è manifestata in maniera eclatante! Ricordiamo la sua votazione favorevole per alcune variazioni di bilancio, la sua astensione dal voto in merito alla modifica del Regolamento Comunale e soprattutto in merito all’inversione del senso di marcia nel centro storico, nonostante la sua presenza alla manifestazione di Piazza e i suoi numerosi comunicati contro la stessa inversione. Sentimenti forti e saldi avallati da un’opposizione silente “del Vicesindaco Ribaltonista” anche di fronte ai licenziamenti delle cinque ragazze (solo uno è stato salvato) che lavoravano presso il Parco Archeologico! Poco importa se a compensare il tutto – oggi – c’è la nomina di Vicesindaco del Comune di Sutri con la tanto “bramata” delega scritta ai lavori pubblici.
Questo scempio è stato “partorito e benedetto” dai tre assessori fedeli a Sgarbi, il quale, in uno dei suoi ultimi comunicati ha dichiarato: “…non posso nominare assessori nuovi. Se lo faccio, i vecchi vanno all’opposizione” e poi “…c’è anche uno del Pd (Proietti-NdA). Il più serio di tutti, nel senso che non fa niente. Non è un grande lavoratore, ma non ha mai contraddetto la logica dell’alleanza” …per non parlare dell’Assessore Cacchiarelli che in merito alle gravi dichiarazioni del Sindaco durante il Consiglio Comunale dell’11 novembre u.s., dovrà fare chiarezza.
Concludiamo con la fedelissima Mercuri, esponente di spicco di Fratelli d’Italia, rappresentante della Meloni, che per non far “dispiacere” al Sindaco Sgarbi ha anche votato a favore della cittadinanza onoraria sutrina a Domenico Lucano (conferita -poi- a Capranica a spese del nostro Comune).
Fratelli d’Italia e il Partito Democratico hanno sempre appoggiato il Sindaco Sgarbi e continuano a sostenerlo anche dopo il ribaltone politico appena andato in scena…il tutto avallato dal silenzio della Lega. Sempre meglio il silenzio e la vergogna rispetto alla figuraccia del Coordinatore nostrano di Forza Italia, che oggi è adirato per l’entrata in maggioranza di Di Mauro e nei confronti del quale il Sindaco Sgarbi ha rilasciato questa dichiarazione: “Proprio lui (Petroni – NdA) parla di ribaltone e di “accordi violati” quando fu lui a suggerirmi di far entrare Lillo Di Mauro nella maggioranza, revocando l’incarico a Casini, per dare stabilità al governo cittadino?”
E’ chiara – invece – la posizione del circolo Rifondazione Comunista di Sutri che ha preso le distanze dal ribaltone.
Non proviamo compassione per gli ex amministratori di maggioranza che avevano a suo tempo festeggiato e caldeggiato, insieme agli altri taciti consiglieri, l’uscita volontaria del nostro consigliere Comunale Vettori dal gruppo “Rinascimento”. Oggi sono stati “cacciati” dall’Illustrissimo Sindaco e sono stati sostituiti dai silenti e più mansueti antagonisti. Non contenti, alcuni di loro – ultimamente – sono usciti dalla maggioranza di governo per poi rientrare con il capo chino al cospetto dell’Onorevole Sindaco! Per dimostrare cosa? Dove è andato a finire il rispetto per i nostri elettori?
La coerenza di cui oggi tutti si riempiono la bocca, così come il bene del paese, passa inesorabilmente attraverso gli esposti, gli atti e le interrogazioni consiliari che nessuno ha mai presentato ufficialmente e non attraverso le chiacchiere. CHIEDETE TUTTI SCUSA AI CITTADINI…prima di parlare! Nessuno lo ha fatto!
Nemmeno l’ex Vicesindaco che dal primo giorno di insediamento non è stato mai capace di essere vero leader di una maggioranza e giusto collante tra i consiglieri eletti e l’Illustrissimo Sindaco. Ha sempre cercato la strada più conveniente, ma non quella più giusta. Fin dall’inizio si è affidato completamente ai tre assessori che oggi salutano gioiosi la sua dipartita.
Il consigliere Alessio Vettori, molto deluso dei suoi colleghi, è uscito dal gruppo di maggioranza ed ha rappresentato politicamente e seriamente il ruolo di opposizione, cercando di contrastare l’operato del Sindaco Sgarbi e della Sua fragile maggioranza tutte le volte che è stato necessario, ossia quasi sempre. Il suo unico interesse è stato sempre quello di informare i cittadini con atti e documenti ufficiali e di proporre soluzioni alternative in merito alla raccolta differenziata o riguardo al problema dell’inversione di marcia nel centro storico.
Oggi per noi del Movimento Popolare di Sutri non cambia nulla…Vettori è lì e continuerà ad essere “solo” in Consiglio Comunale: ognuno faccia ciò che meglio crede e che ritiene più opportuno.
In conclusione il primo e vero Responsabile di questo disastro politico e amministrativo è il nostro caro Sindaco Illustrissimo On. Prof. Vittorio Sgarbi che ha sempre preferito interlocutori consenzienti cercando in tutti i modi di tenere in vita il Consiglio Comunale di Sutri, fallito e già morto da tempo! L’onorevole ancora non ha preso atto – seriamente – del fallimento del Suo progetto!
Un Sindaco così a Sutri non lo vogliamo! Tutti a casa!
Elezioni subito, soprattutto in rispetto dei tanti elettori traditi e per ridare dignità e serenità alla nostra Antichissima Città».

Così comunica Il Movimento Popolare di Sutri e il Consigliere Comunale Vettori.