ACQUAPENDENTE– Il Partito Democratico Provinciale, ha iniziato il giro di ascolto e di condivisione nei circoli della Provincia, partendo da dove esistono le criticità più evidenti.

Si è svolta pertanto una seconda tappa, con l’assemblea di circolo ad Acquapendente ,alla presenza del sindaco Angelo Ghinassi e degli amministratori locali, coordinato dal segretario del circolo Lara Mazzuoli.

Molte le questioni che sono emerse. Nel corso del dibattito molte sono le criticità, ed è stato importante ed utile per PD fare il punto della situazione sul lavoro dell’amministrazione comunale, e capire come poter affrontare i problemi in essere. In particolare si è ragionato su due aspetti importanti e le difficoltà che riguardano la trasformazione della casa di riposo, la vicenda legata all’ospedale e l’acquisto del bosco del Sassetto.

Su queste ultime tre questioni c’è la necessità di sciogliere i nodi su quanto la Regione Lazio, per quanto riguarda la vicenda ospedaliera, possa mantenere gli impegni assunti, relativamente alla ASL, con conseguenti incontri da parte sia della Federazione che degli organi preposti

Un dibattito importante e serio deve essere svolto sul futuro dell’ospedale di Acquapendente che stando agli ultimi dati forniti dalla Regione Lazio, ossia l’uscita dal commissariamento della sanità nel Lazio, dovrebbe già essere sufficiente , per dare al presidio ospedaliero, che per scelta si è deciso di mantenere, una dignità e un radicale rafforzamento.

Occorre pertanto, ripartire dal rafforzamento dei presidi di frontiera, dai luoghi lontani dal centro, dalle aree interne, le più svantaggiate e difficili.

È importante pertanto, un migliore sistema di servizi, una rete sanitaria e cure adeguata che blocchi le tante emorragie di mobilità passiva su Umbria e Toscana.

Per l’alta Tuscia deve significare, essendo coerenti con gli impegni assunti, dare risposte concrete e strumenti utili, affinché i cittadini si sentano protetti nel loro territorio, perché dover immigrare verso altre strutture, diventerebbe un grande sacrificio per i pazienti, e per tutte le persone che debbono assisterle.

Per questo e tanto altro, il Partito Democratico è pronto a colloquiare con tutti, ma soprattutto raggiungere gli obiettivi”.

Paolo Aleandri
Portavoce PD provincia Viterbo

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email