Parere favorevole nella stessa seduta anche al provvedimento per un fondo rotativo a favore delle cooperative di dipendenti che rilevano aziende in crisi. Inviato in commissione Bilancio un terzo provvedimento

 

Parere favorevole oggi in commissione undicesima (Sviluppo economico e attività produttive, start-up, commercio, artigianato, industria, tutela dei consumatori, ricerca e innovazione), presieduta da Massimiliano Maselli, alla proposta di legge n. 37 del 20 giugno 2018, recante il “testo unico del commercio”, come da titolo modificato oggi in commissione grazie a uno degli emendamenti approvati. Il testo andrà ora in Aula per esame e approvazione definitiva. Inoltre, parere favorevole, con due osservazioni approvate, anche per lo schema di deliberazione n. 64, “Linee di indirizzo inerenti criteri, modalità e garanzie per l’accesso al Fondo rotativo per il recupero di aziende in crisi e per l’individuazione del Soggetto gestore – Legge regionale di Stabilità 2019, 22 dicembre 2018 n. 13 – articolo 4 – commi 40-44.”. Inviata infine alla commissione Bilancio per il parere di competenza la proposta di deliberazione consiliare n. 33 del 1 agosto 2019, “Approvazione del Programma strategico triennale per la tutela dei consumatori e degli utenti, annualità 2019-2020-2021.”

La votazione finale sul testo unico del commercio è arrivata dopo l’approvazione, oltre che dell’emendamento modificativo del titolo, di una serie di emendamenti, tredici per la precisione, aventi natura finanziaria, presentati dall’assessore Alessandra Sartore alla commissione Bilancio tenutasi il 9 settembre scorso e resisi necessari a causa delle modifiche alla normativa scaturite dal lavoro della commissione undicesima, che si era concluso il 24 luglio. Un lavoro largamente condiviso da tutti i gruppi politici presenti in commissione, che ha tenuto conto delle osservazioni delle tante associazioni di categoria che sono state ascoltate, in collaborazione costante con l’assessore allo Sviluppo Economico Gian Paolo Manzella.

La legge prevede tra le novità salienti gli articoli 80, per l’apertura di nuovi punti vendita per la stampa periodica e quotidiana, l’art. 75 bis, che disciplina l’attività di commercio di animali di affezione e la detenzione degli animali da parte dell’esercizio commerciale, con la previsione di relative sanzioni. Per la salvaguardia dei beni culturali e il decoro urbano viene introdotta la facoltà per i comuni di emettere provvedimenti di riordino e di localizzazione delle attività di commercio su aree pubbliche di posteggio fuori mercato.

Soddisfazione espressa oggi dall’assessore Manzella, dal presidente della commissione Maselli e da vari membri della commissione stessa, tra cui Michela Califano, Marta Leonori e Marietta Tidei del Partito democratico e Francesca De Vito del Movimento 5 stelle. Unica voce dissonante quella di Giancarlo Righini, Fratelli d’Italia, che ha fatto presente che il clima idilliaco dei lavori in commissione potrebbe non riprodursi in Aula, se ci saranno delle forzature da parte della maggioranza.

Il secondo provvedimento che ha ricevuto oggi parere favorevole, lo schema di deliberazione n. 64, regolamenta, come ha spiegato ancora l’assessore Manzella, il fondo per sostenere l’attività di cooperative di dipendenti che decidano di rilevare aziende in crisi, previsto dalla finanziaria 2019. Le cooperative potranno essere ammesse al beneficio economico, approntato dalla Regione con l’ausilio di un “soggetto gestore” del fondo che dovrà essere individuato attraverso una procedura aperta curata da Lazio innova. Il provvedimento ha ricevuto parere favorevole con due osservazioni presentate da Francesca De Vito e approvate dalla commissione, la prima delle quali raddoppia praticamente, portandolo a dieci anni, il termine per ammortare il prestito concesso e la seconda elimina i limiti temporali originariamente presenti nel provvedimento a proposito della data di costituzione delle cooperative che intendano rilevare le aziende.

Per quanto riguarda il terzo provvedimento, “Approvazione del Programma strategico triennale per la tutela dei consumatori e degli utenti, annualità 2019-2020-2021”, esso è stato inviato direttamente alla commissione Bilancio per l’esame di competenza, poiché non erano presenti agli atti della commissione undicesima osservazioni in proposito.

Presenti alla seduta anche i consiglieri Sara Battisti e Enrico Forte del Pd e Devid Porrello del Movimento 5 stelle.

Commenta con il tuo account Facebook