REGIONE – “Il rimpasto di Giunta magnificato da Zingaretti non porta alcun cambio di passo per questa amministrazione, solo uno spostamento di qualche delega che rivela ancora un assetto debole”. E’ quanto dichiara consigliere regionale del Lazio, Daniele Sabatini (foto), intervenuto in Consiglio regionale.

 

“Vorremmo capire, ad esempio, – aggiunge – le reali ragioni che hanno determinato la sostituzione dell’assessore Ricci, che pure ha saputo mantenere un sano rapporto con il Consiglio regionale; preoccupa il sovraffollamento di deleghe importanti all’assessore Refrigeri; ci auguriamo che l’assegnazione del turismo al vicepresidente Smeriglio possa portare a qualche risultato in più su questo fronte. Con il nuovo assessore Buschini, prendiamo atto, invece, dell’ingresso di una nuova provincia in Giunta e viene legittimo chiedersi in base a quale valutazione un intero territorio, come quello di Viterbo, debba restare fuori dalla compagine governativa.

 

Risulta difficile credere che non ci sia una personalità adeguata e competente a garantire questa rappresentanza e non possiamo che considerare offensiva una tale disattenzione nei confronti di una intera provincia. Dopo il mini tagliando della Giunta si apre, infine, una partita importante sulle commissioni consiliari sulle quali non possiamo consentire che si ceda all’improvvisazione e, soprattutto, al prevalere delle correnti ed equilibri interni del Pd. Il rimpasto di Giunta è stato l’ennesima occasione persa di Zingaretti, non commetta lo stesso errore”.

Commenta con il tuo account Facebook