REGIONE – “Altro che continuità come vorrebbe il responsabile della cabina di regia per la sanità, D’Amato: la gestione della Asl di Viterbo necessita con urgenza di una grande discontinuità. Il direttore generale chiamato a prendere il posto del commissario Macchitella, che finalmente conclude la sua disastrosa esperienza ai vertici della Asl, dovrà garantire un deciso cambio di passo a cominciare dall’applicazione dell’atto aziendale e passando per una svolta nei rapporti con gli operatori sanitari, i sindacati e le istituzioni locali.

 

Oggi in commissione salute ci aspettavamo una relazione sulla dottoressa Daniela Donetti, sottoposta all’esame del Consiglio dalla Giunta per l’incarico di direttore generale della Asl di Viterbo, e invece abbiamo assistito a lavori di pura follia con un assurdo e sperticato elogio di fantomatici traguardi targati Macchitella da parte di D’Amato, venuto a raccontarci che a Viterbo va tutto bene. Questo è inaccettabile, è evidente che si parla senza conoscere il territorio e il profondo stato di disagio della comunità viterbese”. E’ quanto dichiara Daniele Sabatini (foto), capogruppo Ncd della Regione Lazio.

Commenta con il tuo account Facebook