VITERBO – Messa in sicurezza di diverse scuole comunali, questa mattina l’approvazione della delibera con cui l’amministrazione dà il via libera ad alcuni interventi. Sono stati infatti approvati i progetti finanziati attraverso il contributo di 851.000 mila euro circa che la Regione Lazio ha assegnato a Palazzo dei Priori per rendere più sicuri e a norma gli edifici scolastici comunali.

 

“Due le linee di intervento a cui verranno destinati i fondi – spiega l’assessore all’edilizia scolastica Alvaro Ricci -: la prima riguarda i lavori di adeguamento degli edifici inerenti le norme di sicurezza e igiene in due differenti edifici scolastici: ovvero la scuola elementare “A. Volta” al Pilastro, dove, oltre a sostituire tutti gi infissi, si interverrà sugli impianti termoidraulici. Il tutto per un importo di 280 mila euro. L’altra scuola è la media “P. Egidi” all’Ellera, dove saranno installati moderni dispositivi antincendio, recuperati spazi per la didattica, oggi inutilizzati o scarsamente sfruttati, e verranno sostituiti gli infissi. Tutto questo per una spesa di 314.762 mila euro.

 

In entrambe le scuole gli interventi consentiranno un generale restyling interno degli immobili, con interventi sulle pareti e sui servizi igienici.

 

La seconda linea di intervento – prosegue l’assessore Ricci – consentirà di acquisire finalmente le certificazioni di prevenzione incendi per diversi edifici scolastici, sulla base delle analisi di intervento e adeguamento già elaborate dagli uffici comunali e verificate grazie alla collaborazione del comando provinciale dei Vigili del Fuoco. In particolare, le scuole interessate dalla messa a norma antincendio saranno la scuola dell’infanzia Pila “G.L. Radice”, la scuola dell’infanzia del Pilastro, la primaria “A. Volta”, la primaria “Grandori” al Carmine, la primaria de La Quercia e la scuola secondaria di primo grado Pio Fedi di Grotte Santo Stefano. La spesa prevista per adeguare gli immobili ai fini antincendio è di 256.540,16 euro”.

 

Tutte le procedure di gara per l’appalto dei lavori dovranno essere espletate entro il prossimo novembre e i lavori dovranno concludersi entro il triennio. “Grazie al contributo della Regione Lazio e alla fruttuosa collaborazione tra il Comune e la Regione stessa – ha aggiunto ancora l’assessore all’edilizia scolastica di Palazzo dei Priori – si è avviato un percorso significativo, che nell’arco dei prossimi tre anni consentirà di intervenire progressivamente, secondo una programmazione chiara e certa, per rendere sicuri e a norma tutti gli edifici scolastici comunali”.

 

“Per programmare è indispensabile avere a disposizione risorse. Ringrazio quindi la Regione Lazio e in particolare i consiglieri regionali Panunzi e Valentini, che hanno seguito da vicino il procedimento con cui la Regione, con lungimiranza ed efficacia, ha messo a disposizione dei comuni risorse immediate e distribuite con equità in rapporto alla popolazione scolastica, per garantire risposte alle esigenze di sicurezza e riqualificazione degli immobili scolastici. L’amministrazione intanto si sta preparando per presentare i propri progetti non appena sarà pubblicato il prossimo bando del MIUR che stanzierà ulteriori risorse per la messa in sicurezza e la manutenzione straordinaria delle scuole. Risorse – conclude Ricci – che chiederemo di utilizzare per interventi nelle scuole comunali del centro storico”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email