La drammatica situazione sanitaria che stiamo vivendo impone misure straordinarie anche per la scuola che deve adottare la Didattica a distanza; il Governo viene in aiuto a chi non avesse i mezzi per accedere a questa modalità.

Spiega Silvia Blasi portavoce alla regione Lazio per il Movimento 5 stelle: “Per gli studenti e studentesse che fossero ancora privi della possibilità di accedere alla Didattica a Distanza, il Governo ha stanziato 3,6 milioni di euro dei quali 340.000 per il Lazio e oltre 17.000 per la provincia di Viterbo”.

Questo il riparto per le altre provincie: 235mila a Roma, circa 40mila Frosinone, 39mila euro a Latina e 11mila a Rieti. Mentre la Regione Lazio a sette mesi dall’emergenza, limitandosi a fare scaricabarile sul governo nazionale, ancora non riesce a fornire una mappatura dei fabbisogni delle scuole dei nostri territori in fatto di didattica a distanza, così come da impegni presi nei vari consigli regionali straordinari sulla pandemia tenutisi nei mesi scorsi.

“Inoltre”, puntualizza Blasi, “con il recente Decreto Ristori il Governo ha stanziato ulteriori 85 milioni di euro per la didattica digitale integrata, che permetteranno a stretto giro l’acquisto di oltre 200mila nuovi dispositivi e oltre 100mila strumenti per le connessioni”.

“Come consiglieri regionali portavoce del Movimento 5 stelle”, conclude la Blasi, “abbiamo sempre detto sin dall’inizio che, se da un lato l’obiettivo primario per noi deve essere fare di tutto per tenere le scuole aperte e garantire la didattica in presenza, intervenendo su settori più critici come i mezzi pubblici, dall’altro dobbiamo anche prepararci al peggio e garantire la didattica a distanza in caso la situazione legata all’emergenza covid lo richiedesse. Non possiamo perdere un secondo di più: la Giunta Zingaretti faccia la propria parte”.