Solidarietà

CISL Lazio – FNP CISL Lazio – Anteas Lazio:  Solidarietà alimentare bene i 37 milioni previsti per tutti i Comuni del Lazio che devono diventare attivatori di una rinnovata solidarietà.

«Siamo in una vera emergenza sociale ed economica. Quello che il Covid sta generando nella nostra Regione è addirittura peggio della profonda crisi finanziaria mondiale che portò al crac del colosso Lehman Brothers.

Bene che i 400 milioni di euro del Governo siano vincolati, ossia destinati esclusivamente a misure urgenti di solidarietà alimentare per consentire alle persone in stato di necessità di soddisfare i bisogni più urgenti ed essenziali.

Perché purtroppo è di questo che stiamo parlando. In questa fase stiamo assistendo, soprattutto per gli anziani in difficoltà e per i disoccupati anche alla difficoltà di soddisfazione dei bisogni primari.

La CISL del Lazio, l’FNP CISL Lazio e l’Anteas Lazio hanno fatto una mappatura delle risorse che verranno assegnate ai Territori del Lazio. Andando ad approfondire i dati che riguardano il nostro territorio Regionale vediamo che l’importo spettante a tutti i 378 Comuni è pari a circa 37 milioni di euro così ripartiti:
I Comuni della Provincia di Frosinone riceveranno complessivamente € 3.771.436,75
I Comuni della Provincia di Latina € 4.356.453,99
I Comuni della Provincia di Rieti € 1.070.750,05
I Comuni della Provincia di Roma € 25.539.710,85
I Comuni della Provincia di Viterbo € 2.256.141,51

Una boccata d’ossigeno in quei territori e in quelle piccole comunità dove maggiormente si annidano il disagio e le difficoltà quotidiane. Crediamo fortemente a questa iniziativa, in quanto potrebbe diventare un catalizzatore per le catene di solidarietà. Il nostro Territorio Regionale è sempre stato storicamente solidale ed è per questo che è il momento di fare squadra tra le filiere dei produttori, delle associazioni, delle aziende e delle persone singole, o tramite l’attivazione coordinata a supporto del progetto delle grandi strutture associative e di volontariato.

Indubbiamente questi devono essere processi attivatori e moltiplicatori di solidarietà, in ogni angolo dei 378 comuni che compongono il nostro territorio Regionale». Così in una nota affermano i Segretari Generali della CISL Lazio e della FNP CISL Lazio, Enrico Coppotelli e Paolo Terrinoni, e il Presidente ANTEAS Lazio Tommaso Ausili.

1 Acquapendente 37.878,41
2 Arlena di Castro 6.655,69
3 Bagnoregio 25.188,60
4 Barbarano Romano 7.309,40
5 Bassano in Teverina 9.555,94
6 Bassano Romano 35.918,01
7 Blera 25.084,87
8 Bolsena 29.408,09
9 Bomarzo 13.397,53
10 Calcata 7.399,52
11 Canepina 24.419,64
12 Canino 44.154,97
13 Capodimonte 10.350,02
14 Capranica 47.953,05
15 Caprarola 41.261,92
16 Carbognano 15.970,14
17 Castel Sant’Elia 21.443,09
18 Castiglione in Teverina 17.765,99
19 Celleno 9.594,22
20 Cellere 9.111,79
21 Civita Castellana 121.312,22
22 Civitella d’Agliano 11.897,44
23 Corchiano 31.824,16
24 Fabrica di Roma 64.685,59
25 Faleria 16.326,49
26 Farnese 10.937,30
27 Gallese 22.140,81
28 Gradoli 10.701,15
29 Graffignano 16.331,89
30 Grotte di Castro 18.571,12
31 Ischia di Castro 18.359,84
32 Latera 6.171,44
33 Lubriano 6.786,83
34 Marta 25.273,97
35 Montalto di Castro 64.635,80
36 Monte Romano 13.144,16
37 Montefiascone 93.336,41
38 Monterosi 34.011,70
39 Nepi 72.445,12
40 Onano 8.464,97
41 Oriolo Romano 27.546,94
42 Orte 57.284,90
43 Piansano 14.752,21
44 Proceno 4.439,82
45 Ronciglione 61.596,96
46 San Lorenzo Nuovo 16.389,16
47 Soriano nel Cimino 62.551,59
48 Sutri 47.308,70
49 Tarquinia 105.845,97
50 Tessennano 2.513,42
51 Tuscania 63.391,94
52 Valentano 20.047,87
53 Vallerano 19.691,38
54 Vasanello 30.334,45
55 Vejano 16.442,78
56 Vetralla 101.124,18
57 Vignanello 37.022,89
58 Villa San Giovanni in Tuscia 9.090,57
59 Viterbo 416.320,94
60 Vitorchiano 35.265,54