VITERBO – “In merito alla seduta del Consiglio provinciale di ieri e relativo al punto all’ordine del giorno che si è deliberato sullo scioglimento del Consorzio biblioteche tra la Provincia e il Comune di Viterbo si precisa, contrariamente a quanto è stato pubblicato su alcuni organi di stampa, che il consiglio non ha affatto dato il via libera alla destinazione dell’attuale caserma dei Vigili del fuoco quale sede unica del Consorzio.

 

Anzi, così come definito dalla specifica commissione, si è stralciato dalla delibera di consiglio l’attuale caserma dei Vigile del fuoco come sede della futura biblioteca, su cui benchè ci sia un finanziamento regionale per la progettazione non ci sono le risorse per finanziare l’intero progetto.

 

Il gruppo consigliare del PD in commissione si è espresso sulla questione ritenendo che la futura gestione della biblioteca consorziata e così come la nuova sede debbano essere argomenti che verranno affrontati in accordo con il Comune di Viterbo dalla nuova amministrazione provinciale che si insedierà dopo il 3 maggio, considerando comunque che con la riforma delle province già in vigore Palazzo Gentili non avrà più competenze e risorse per la gestione della biblioteca.

 

Si invita pertanto l’attuale giunta provinciale, a scadenza di mandato tra poco più di 20 giorni, a non deliberare atti che impegnano per il futuro la provincia su progetti avventuristici e che non rientrano nemmeno nelle proprie competenze”.

 

Mirco Luzi (foto)
Consigliere provinciale PD

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email