L’ASSESSORE ALLA II FESTA PROVINCIALE DEI MONTI CIMINI A SAN MARTINO

“Gli anziani sono la memoria e la storia di una comunità e le istituzioni hanno il dovere di prendersene cura. Così come i centri anziani sono luoghi di aggregazione dall’enorme valore sociale. Qui i meno giovani devono sentirsi a casa propria. Ed è compito di chi amministra lavorare perché sia davvero in questo modo”.

Così Alessandra Troncarelli, assessore regionale alle Politiche sociali, Welfare ed Enti locali, ha salutato oggi le centinaia di anziani presenti a San Martino al Cimino alla seconda festa provinciale dei Monti Cimini, organizzata da Rosalba Monaco, la presidente del locale centro polivalente “Donna Olimpia”.

“Già grazie alla mia precedente esperienza come assessore al Comune di Viterbo – ha detto – ho avuto modo di toccare con mano le enormi difficoltà di alcuni centri anziani. Il mio primo atto da assessore regionale è stato, dunque, prorogare il termine per rendicontare le spese legate ai finanziamenti della Regione. Questo perché d’estate vengono svolte le principali attività e chiedere di chiudere la rendicontazione a giugno non aiutava”.

Per il futuro, l’assessore Troncarelli ha ribadito: “Il mio obiettivo principale è lavorare affinché i finanziamenti non siano solo mirati alle attività svolte ma a disposizione anche per effettuare lavori sugli immobili. Inoltre, credo sia utile arrivare a un regolamento unico regionale per garantire che ogni centro anziani di qualunque comune abbia le medesime regole al fine di poter accedere ai finanziamenti della Regione Lazio”.

“Ringrazio – ha concluso l’assessore Troncarelli – l’Ancescao e quanti hanno contribuito a organizzare questa giornata di festa e di incontro”. Erano presenti gli anziani dei centri di San Martino, Viterbo, Canepina, Ronciglione, Soriano nel Cimino, Vallerano, Capranica, Vignanello, Vetralla, Cura di Vetralla, Vasanello e Vitorchiano.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email