Per la prossima settimana è importante che la cabina di regia nazionale fornisca un decalogo su cosa significa “distanziamento sociale” in fase di riapertura, per permettere “al legislatore regionale e anche ai sindaci di far calare le indicazioni nazionali nei territori”.

Lo ha detto il segretario del Pd e presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, durante una video conferenza stampa.

“Oggi studieremo il decreto e lo rispetteremo: le Regioni hanno facoltà non di allargare ma di restringere, e la nostra linea è la prudenza. Inoltre, ascolteremo tutte le forze economiche e sociali del Lazio ma da subito i nostri provvedimenti saranno all’insegna della prudenza e della garanzia per il distanziamento sociale”, ha detto Zingaretti a proposito del DPCM che consente la riapertura di alcune attività. Secondo Zingaretti, “il distanziamento nei luoghi chiusi del commercio andrà tenuto fino alla scoperta del vaccino. Su bar e ristoranti bisognerà chiarire il rapporto tra metri quadri e utente. Inoltre, riguardo i sindaci, bisognerà andare in deroga ai regolamenti per i tavoli all’aperto”. “Credo che nel Lazio – ha detto il governatore – nelle librerie ci si debba andare con mascherina e guanti, come strumenti di prevenzione dal contagio e pure con il contingentamento all’ingresso.

Poi Zingaretti è ritornato sulla cabina di regia, che si è insediata sotto la guida del professor Colao: “è una buona notizia: abbiamo bisogno di inventare e costruire un nuovo modello di sviluppo – ha commentato ancora il segretario -. Collegialità non vuol dire eliminare maggioranza e opposizione, ma avere dei punti di unità nelle scelte”. Infine, il segretario ha ribadito che “l’Italia è la prima democrazia dell’Occidente che si è trovata ad affrontare l’enormità di una crisi sanitaria. Mentre noi prendevamo queste iniziative, gli altri ridevano di noi, qualcuno addirittura disse che gli italiani chiudevano tutto perché ci piace riposarci. Ma questo – ha concluso Zingaretti – ha portato a crisi drammatiche che spero gli altri Paesi possano superare”.