VITERBO – Torna mercoledì 29 e giovedì 30 aprile (ore 21) l’appuntamento con il teatro integrato di Eta Beta, che dallo scorso autunno ha visto impegnati il gruppo teatrale dell’associazione e gli studenti liceali e universitari. Torna e diventa maggiorenne, visto che questo è il diciottesimo anno di attività.

 

Presso la ex chiesa di Santa Maria della Pace a Viterbo, in Piazza Luigi Concetti, sarà messo infatti in scena lo spettacolo “Mozart. Vita, avventure, opere”, che, come afferma la regista Maria Sandrelli, “ebbe una vita piena e a volte travagliata, coronata da successi e da grandi delusioni. Fu un bambino prodigio apprezzato in tutta Europa e un adulto compositore a cui non sempre furono riconosciuti i giusti meriti, forse troppo innovativo e a volte”difficile per essere apprezzato fino in fondo dai suoi contemporanei. Le iniziali di Wolfang Amadeus Mozart formano la parola WAM. Una parola che non ha significato, ma un suono. Fa pensare a una vampata, dà un’immagine di potenza e al tempo stesso è uno scherzo. Mozart fu vampata, potenza, scherzo e molto altro ancora. Così comincia il bel libro di Piero Melograni sulla vita e le opere di Mozart dal quale siamo partiti per questa nuova messa in scena”.
Quello del teatro integrato è un progetto curato dall’Unità operativa complessa di Neuropsichiatria infantile della Ausl di Viterbo diretta dal dottor Marco Marcelli e realizzato in collaborazione con l’associazione Eta Beta onlus, presieduta dall’ex prefetto di Viterbo Aurelio Cozzani e con la Cooperativa Sociale “Gli anni in tasca”. Il progetto, ideato dal compianto professor Giorgio Mauro Schirripa, nel corso degli anni si è sempre più affermato come un ottimo mezzo di integrazione e socializzazione. Un ruolo attivo è stato volto dal vice presidente Pietro Di Bella e da Anna Lupino, che ha collaborato per la realizzazione. Dall’associazione, inoltre, parole di ringraziamento per il Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa e il suo presidente Massimo Mecarini, che, oltre a mettere a disposizione gli spazi, si sono prodigati per la buona riuscita dell’evento.

 
Il gruppo educativo, coordinato da Gianpietro Brizi, è composto dagli educatori Martina Balletti, Mara Bitti. Paola Maggi, Orlando Meloni, Annalisa Pieri, Susi Ostarello. “Mozart. Vita, avventure, opere” è realizzato in collaborazione con King Kong Teatro, Comune di Viterbo e Sodalizio Facchini di Santa Rosa. Progetto e regia di Maria Sandrelli. Assistente alla regia è Ylenia Di Luigi, i costumi sono di Martina Balletti. Scenografo: Ferdinando Ammore. Scelta musicale: Maria Sandrelli. Musiche dal vivo: Silvia Panetti (violoncello), Paolo Marchi (violino). Disegno luci: Riccardo Vannuccini. Foto: Daniele Spognetta. Direzione tecnica: Daniele Cappelli. Conduttori training preparatorio: Martina Duchi, Ylenia Di Luigi. Questi gli attori: Veronica Caporizzo, Maria Celeste Carnassale, Martina Casagrande, Francesco Carvone, Lorenzo Corbucci, Tommaso Cristofori, Larissa De Silva, Ylenia Di Luigi, Olga Filippi, Silvia Funari, Alessio Gi ustini, Giulia Magnanini, Giulia Palozzi, Claudia Perone, Veronica Pignatelli, Tiziano Piscini, Lorenzo Pizzamiglio, Nicoletta Putano Bisti, Corrado Ricci, Gabriele Taborri, Chiara Tonnicchi, Benedetta Verdecchi.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email