“Il nostro paese, così come molte città in Italia ed in Europa, si prepara ad accogliere i mezzi elettrici, al fine di favorire una mobilità sempre più eco-sostenibile. Si tratta di un primo passo, di un incoraggiamento all’acquisto di questi veicoli, che permettono di ridurre l’inquinamento atmosferico ed acustico, tutelando la qualità dell’aria e la salute dei cittadini” – ha commentato l’assessore all’Ambiente, Maura Luzzitelli.

Anche Ronciglione sposa la mobilità green. In virtù di un protocollo d’intesa della durata di 8 anni con Enel X – la nuova divisione del gruppo elettrico dedicata a prodotti innovativi e soluzioni digitali – sono state installate nel territorio comunale tre colonnine per la ricarica di veicoli elettrici, precisamente in piazzale Mancini, in viale Fratelli Rosselli (Loc. Chianello) e nel parcheggio di viale della Resistenza.

Le colonnine sono di tipo quick da 44 kW (due prese da 22 kW) e consentiranno ai veicoli elettrici di effettuare una ricarica in modo “intelligente” per qualsiasi modello presente sul mercato, in un’ora.

“Con l’installazione delle colonnine prepariamo il terreno alla diffusione di veicoli elettrici – ha dichiarato il sindaco, Mario Mengoni. Quello della mobilità green è un punto particolarmente caro alla nostra amministrazione, dobbiamo allinearci ai modelli europei di città smart ed intelligente, che punta ad abbattere i fattori d’inquinamento riducendo il traffico e lo smog”.

Ronciglione è stato uno dei primi comuni della provincia di Viterbo ad aver aderito al progetto Enel X, allineandosi al Piano Nazionale per la mobilità elettrica sostenuto da Euromobility (direttiva 2014/94/UE sulla realizzazione di un’infrastruttura per i combustibili alternativi). Enel prevede d’installare in Italia 2800 colonnine, per arrivare a 14mila entro il 2022.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email