Angelo Giuliani
In merito alle notizie circolate domenica, successivamente riscontrate e pubblicate sulla pagine web del Comune di Orte, il Sindaco di Orte «si sente in dovere di concedersi queste poche righe, per rassicurare la cittadinanza e non lasciare spazio ad allarmismi e preoccupazioni eccessive, oltre la soglia di quanto già ci affligge quotidianamente.
Dal punto di vista della sicurezza sanitaria e della prevenzione del dilagare del contagio, è il caso di ribadire che la ASL, appena ha notizia di positività accertate, attua subito un protocollo già sperimentato, che prevede il ricovero in struttura sanitaria in caso di sintomi rilevanti, o la messa immediata in quarantena (o isolamento domiciliare) nei confronti del positivo senza sintomi o con sintomi lievi e di tutto il suo nucleo familiare.
Analogamente, – afferma Angelo Giuliani – dopo la positività di un caso, parte l’indagine epidemiologicada partedella Asl stessa, per tracciare chiunque fosse entrato a contatto con il paziente risultato positivo ed eventualmente, qualora ritenuto necessario, porre queste persone in quarantena-isolamento.
Da questo punto di vista, il Comune offre la propria collaborazione nell’adozione di tutte le misure necessarie e utili al contenimento dell’emergenza,verificando e anche sollecitando l’operato della Asl per non lasciare nulla di intentato, nell’ottica della maggiore precauzione possibile.
Evidenti ragioni di privacy impongono di non divulgare i nomi dei soggetti positivi, ma nulla ci impedisce di continuare a lavorare per il bene della Comunità, dando informazione puntuale ai cittadini ogni volta che si renda necessario.
Nel ribadire l’urgenza di attenersi alle prescrizioni del Governo in merito ai comportamentida adottare, è doveroso ricordare di restare a casa il più possibile, uscire solo per ragioni di stratta necessità, limitare anche gli spostamenti necessari (ad esempio la spesa al supermercato) a una o due volte la settimana, ed evitare ogni forma di assembramento.
Vi ringrazio a nome di tutta l’Amministrazione per la collaborazione che state dimostrando: adoperiamoci tutti insieme per fare in modo che questo stato di difficoltà duri il meno possibile. Insieme ce la faremo».