VITERBO – Giovedì 12 aprile 2018 si è tenuta presso la Scuola Marescialli dell’ Aeronautica Militare/Comando Aeroporto di Viterbo, la cerimonia di Giuramento solenne del 20° Corso Normale Allievi Marescialli.

La cerimonia, svolta alla presenza delle Autorità religiose, civili e militari di Viterbo e della provincia, è stata presieduta dal Comandante delle Scuole dell’Aeronautica Militare e della 3^ Regione Aerea, Generale di Squadra Aerea Umberto Baldi.

Era presente la Banda Musicale dell’Aeronautica Militare che ha accompagnato le varie fasi della cerimonia.

Il momento del “Lo giuro” e quello della benedizione del gagliardetto del corso, a cui è stato dato il nome di Altair II sono stati scanditi dal sorvolo di una formazione di Eurofighter del 4° Stormo di Grosseto in addestramento. Sorvolo particolarmente apprezzato dal numeroso pubblico presente.

Per il Comandante Colonnello Vai “oggi è un giorno importante, tra poco al termine della lettura della formula verrà gridato il fatidico che vi proietterà a pieno titolo tra quanti vi abbiano preceduti nell’adempimento del proprio dovere verso la Patria. Presto sarete a fianco di chi è impegnato nella difesa degli spazi aerei nazionali, nelle operazioni all’estero, nelle missioni di trasporto umanitario o di soccorso alle popolazioni colpite dalle calamità naturali.

Affrontate questi impegni con coraggio e determinazione, e con la consapevolezza che solo uniti si raggiungeranno i risultati (……). Il giuramento è la promessa più profonda che un essere umano possa fare e con esso vi congiungete alla patria in qualità persone, non esclusivamente indossando la divisa ma il vostro voto sia principio ispiratore di tutta la vostra esistenza.

É un impegno morale intimo che ognuno prenderà nei confronti del paese e della propria coscienza, un impegno che costituisce la base su cui impostare e costruire la propria vita, un concentrato di valori che sia da esempio per i propri colleghi. Ma anche per tutti gli italiani che cercano nelle istituzioni militari il luogo dove porre la propria fiducia e affidare la propria sicurezza.

Rivolgendosi al Comandante delle Scuole e della 3^ Regione Aerea ha poi evidenziato che “oggi scriviamo un piccolo pezzo di storia Aeronautica, con il corso “Altair II” iniziamo, quella che in Accademia è una tradizione consolidata, il ripercorrere ogni 19 anni, la sequenza dei nomi dei Corsi, legati per le proprie iniziali alle lettere dell’alfabeto italiano ed il raduno delle generazioni dei Corsi che si sono formati sotto lo stesso nome.”

Il Comandante delle Scuole dell’Aeronautica Militare e della 3^ Regione Aerea, Generale di Squadra Aerea Umberto Baldi ha evidenziato come “Il giuramento oggi prestato rappresenta il vostro impegno solenne nei confronti della Patria.

Con esso vi siete impegnati, di fronte al tricolore, sul vostro onore di cittadini italiani a fornire il vostro contributo alla Forza Armata assumendo responsabilità e doveri, con lealtà, generosità e spirito di servizio, accettando di far vostri i valori e gli obblighi di una scelta al servizio dell’Italia.

Fedeltà, onore e disciplina sono queste le parole contenute nella formula appena pronunciata, parole che non costituiscono un semplice rituale del passato ma rappresentano in maniera chiara ed inequivocabile gli ideali ai quali ciascuno di noi deve ispirare con consapevolezza il proprio essere e le proprie azioni quotidiane.

Durante la vostra permanenza presso questa scuola imparerete un nuovo sistema di vita, nuove regole e codici comportamentali propri delle istituzioni militari.

Affronterete difficoltà, disagi e prove che richiederanno volontà e forte determinazione imparando che gli obiettivi importanti si raggiungono senza scorciatoie ma con impegno e sudore, tutto ciò costituirà la base su cui costruire il vostro futuro di cittadini in uniforme.

In conclusione un augurio: “Siate sempre desiderosi di imparare mantenete l’integrità morale, operate con senso di giustizia ed equità, siate onesti e pronti ad aiutare gli altri. Così da onorare il Giuramento appena prestato”.

La cerimonia del Giuramento Solenne è stata preceduta il giorno prima dal raduno dei frequentatori del Corso Altair I, anch’essi presenti nello schieramento della cerimonia, a testimonianza dello spirito di corpo che lega simbolicamente i due corsi aventi lo stesso nome ma appartenenti a due generazioni diverse, distanziati uno dall’altro di diciannove anni.

Il 20° Corso Allievi Marescialli, incorporato presso la Scuola Marescialli dell’Aeronautica Militare/Comando Aeroporto Viterbo lo scorso 25 settembre, è costituito da 137 frequentatori, tra cui 27 donne.

Di questi, 131 (24 donne) frequentano i corsi di Laurea triennale in Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali presso l’Università della Tuscia, sei (tre donne) seguono i corsi di Infermieristica presso la sede distaccata di Viterbo dell’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma.

La Scuola Marescialli dell’Aeronautica Militare/Comando Aeroporto di Viterbo è posta alle dipendenze del Comandante delle Scuole dell’A.M. e della terza Regione Aerea. Il reparto ricopre una duplice missione: da una parte, quale istituto a carattere universitario, ha il compito di provvedere alla formazione militare e morale e all’istruzione professionale specifica dei Sottufficiali del Ruolo Marescialli, nonché al perfezionamento e all’aggiornamento di tale formazione. Dall’altra, quale aeroporto militare aperto al traffico civile, assicura la fornitura dei Servizi della Navigazione Aerea e garantisce, in accordo a quanto previsto nei piani operativi di settore, l’efficienza delle installazioni aeroportuali funzionali all’attività di volo.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email