VITERBO – Sabato 8 luglio 2017 una delegazione di Allievi Marescialli del XVIII corso “Lealtà”, nell’ambito delle iniziative dedicate all’approfondimento di tematiche storico militari organizzate dalla Scuola Sottufficiali dell’Esercito, si è recata in visita al Museo Storico della Motorizzazione Militare in Roma.

Sorto nel 1955, il Museo, avendo come fine primario quello di raccogliere e conservare il materiale tecnico storico e custodire cimeli e ricordi delle gesta compiute in pace e in guerra, costituisce l’unica mostra esistente in Italia dei veicoli che hanno caratterizzato un secolo di Motorizzazione Militare.

I mezzi conservati, alcuni rarissimi, oltre alla funzione che li ha identificati in passato, testimoniano le tappe di quella evoluzione tecnica e tecnologica del mezzo meccanico, che ha promosso la crescita della nostra società. Nel complesso sono presenti più di trecento unità tra automobili e autocarri, civili e militari, d’epoca, sessanta tra mezzi cingolati, blindati e corazzati, e sessanta motocicli d’epoca. Tra i sei padiglioni espositivi è da evidenziare quello intitolato alla “Medaglia d’Oro Arturo Mercanti”, nel quale sono ubicati la Direzione, una biblioteca-archivio con dati e schede tecniche riferiti a molti mezzi a motore in affidamento all’Esercito, dalle origini ai nostri giorni, materiale fotografico, documentale, e una grande carta murale riportante la manovra dinamica attuata dal Generale Cadorna nel Trentino, nell’anno 1916, caratterizzata dal primo massiccio impiego del trasporto automobilistico.​

Nel mese di luglio gli Allievi Marescialli del XVIII corso “Lealtà” e del XIX corso “Saldezza” saranno impegnati, per tre settimane, nel ciclo di attività, finalizzate ad acquisire la necessaria capacità di operare secondo le procedure tecnico-tattiche di livello squadra e plotone, che saranno condotte nei poligoni e nelle aree addestrative laziali nell’ambito dell’Esercitazione “UNA ACIES 2017”.

Commenta con il tuo account Facebook