La comunità di Sant’Egidio, simbolo di pace e fratellanza nel mondo sin dalla sua creazione per mano di Andrea Riccardi. Da sempre l’impegno della Comunità di Sant’Egidio è quello di lavorare per l’integrazione e non escludere nessuno.

Nelle scorse settimane, ad esempio, è stata organizzata una raccolta fondi per consentire a circa 200 bambini del Comune di Schio di trascorrere una settimana all’insegna dell’amicizia, dell’integrazione e della condivisione in una casa autogestita. Con loro 40 volontari – per lo più studenti delle scuole secondarie e dell’Università – che durante l’anno e in questi giorni mettono a disposizione gratuitamente il proprio tempo per un progetto che propone un modello educativo aperto agli altri, solidale verso i più sfortunati, capace di superare barriere e discriminazioni.

La visita del presidente del Mozambico

Negli scorsi giorni la Comunità di Sant’Egidio ha avuto il privilegio di ospitare il presidente del Mozambico, Filipe Nyusi, in visita a Roma dove ha incontrato il fondatore Andrea Riccardi. Nyusi ha ricordato come proprio a Sant’Egidio dal 1990 si siano svolte le trattative che hanno portato, il 4 ottobre 1992, alla firma della pace. Oltre alla facilitazione nel negoziato per la riconciliazione nazionale, il presidente ha ricordato l’aiuto per la cura dell’Aids, con il programma Dream, e i numerosi progetti di solidarietà in favore della popolazione.

Il Presidente ha pure espresso gratitudine alla Comunità per la vicinanza concreta e la solidarietà all’indomani del devastante ciclone Idai, che ha colpito soprattutto la regione di Beira, provocando almeno 600 morti in Mozambico, ma colpendo anche Malawi e Zimbabwe.

Chi è Andrea Riccardi

Andrea Riccardi nasce a Roma nel 1950. La sua storia è fatta di impegno sociale e civile. Nel 1968 fonda la Comunità di Sant’Egidio, che da allora è nota per l’impegno sociale, per i numerosi progetti di sviluppo nel Sud del mondo, per il lavoro a favore della pace e del dialogo. Oggi, Sant’Egidio profonde il suo aiuto in più di settanta Paesi del mondo. Inoltre, nel suo ruolo di presidente della Comunità di Sant’Egidio, Andrea Riccardi ha avuto un ruolo di mediazione in diversi conflitti e ha contribuito al raggiungimento della pace in molti Paesi, tra cui il Mozambico, il Guatemala, la Costa d’Avorio, la Guinea.

Riccardi dal 1981 è professore ordinario e tra i diversi e prestigiosi atenei nei quali ha insegnato, spiccano l’Università di Bari e La Sapienza. Oggi è professore di Storia contemporanea all’Università degli Studi Roma Tre.

Nel corso della sua carriera accademica, diverse università internazionali lo hanno insignito di una laurea honoris causa come l’Università Cattolica di Lovanio, l’Università Herrera di Valencia, la Georgetown University di Washington, l’università di Augsburg e l’Università Jean Moulin Lyon 3. Dal 22 marzo 2015, Andrea Riccardi è il presidente della Dante Alighieri. La società, fondata nel 1889 da Giosuè Carducci e da altri intellettuali di spicco dell’epoca, si pone come obiettivo la tutela e la diffusione dell’italianità nel mondo.

Un uomo sempre al servizio del prossimo che ha segnato la storia grazie al suo impegno.

Commenta con il tuo account Facebook