BOMARZO – L’Associazione culturale Arte & Benessere di Bomarzo opera da undici anni nel territorio con la convinzione che “fare cultura sia il modo migliore per contribuire allo sviluppo di una società civile e democratica”.

Nello scorso mese di ottobre all’interno dell’Associazione è nato un movimento animato da alcune mamme spinte dalla voglia di fare e di mettersi in gioco, dando ai propri figli e a tutti i bambini di Bomarzo e non solo delle opportunità di crescita culturale.

Si tratta dell’ Orgoglio delle Mamme, un gruppo di giovani donne piene di idee che, con la preziosa collaborazione della presidente Giuliana Ceso e della vicepresidente Emanuela Stella si è impegnato ad attivare iniziative dedicate ai più piccoli: sono stai organizzati e si tanno organizzando eventi e corsi tra cui quello sulle manovre di disostruzione pediatrica e rianimazione cardio polmonare che ha avuto luogo lo scorso 24 febbraio in collaborazione con DOVIMED MedicalBiz.

E’ in programma per sabato 4 marzo alle ore 11.00 la presentazione di un ciclo formativo per imparare l’inglese NEW ENGLISH COURSES Spring is in the air! Domani mattina presso la sede dell’Associazione culturale a Bomarzo (via del piano n. 15) verranno presentati tre corsi: 1. LITTLE KIDS 2. YOUNG LEARNERS 3. ADULTS , a seguire aperitivo bio con i prodotti della Tuscia. I corsi sono aperti a tutti, senza limiti di età.
Sabato 11 marzo alle ore 17.00 si parlerà invece di “Alleanze educative: accompagnare l’apprendimento”.

Si tratta di un seminario informativo gratuito al quale parteciperà la dott.ssa Rosa Maria Purchiaroni pedagogista clinico, esperta di DSA (Disturbi specifici dell’apprendimento), formatore AID (Ass.ne Italiana Dislessia) che affronterà alcune tematiche legate all’infanzia e all’adolescenza. La partecipazione all’incontro è gratuita, per motivi organizzativi è preferibile la prenotazione.

Per maggiori informazioni contattare i seguenti recapiti: Giuliana Ceso 3385091278 – Emanuela Stella 3393853242 e.mail: ascult.bomarzo@hotmail.it – ema.stella@libero.it

Commenta con il tuo account Facebook